Dopo i calciatori, ripartono anche gli arbitri.Dopo tre mesi di lavoro individuale, i fischietti italiani si ritroveranno tutti insieme a Coverciano per un ritiro che li porterà a presentarsi alla ripartenza del campionato preparati e controllati. I 21 fischietti della Serie A più i quattro Var Pro (Banti, Di Paolo, Mazzoleni, Nasca) sono convocati per il 3 giugno presso il centro tecnico, ormai sanificato dopo aver ospitato i pazienti in quarantena. Il 7 giugno verranno raggiunti dai 40 assistenti a disposizione della CAN A e rimarranno riuniti fino all'11 giugno, vigilia della ripresa.

Come riporta Sport Mediaset, i direttori di gara avranno precise indicazioni per le trasferte: dovranno viaggiare il più possibile da soli con auto propria, anche in caso di distanze notevoli. Discorso a parte, ovviamente, per il sardo Antonio Giua. Il tutto, salvo valutazioni tecniche di Nicola Rizzoli che portino a una designazione con annesso viaggio lungo e pernottamento. Il campionato che riprende sarà poi il canto del cigno per le carriere di Gianluca Rocchi (sopraggiunto limite di età), Gianpaolo Calvarese e Piero Giacomelli (toccato il limite di permanenza in A: otto stagioni per chi non ha lo status di internazionale). Salvo sorprese, Calvarese e Giacomelli diventeranno Var Pro, ruolo in cui verrà promosso Gianluca Aureliano dalla CAN B. Per Rocchi potrebbe esserci un ruolo importante all'interno dell'Aia.

VIDEO - TANTI AUGURI A... - CARLO MURARO, IL SUO GOL NELL'81 RISOLVE IL DERBY D'ITALIA

Sezione: News / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 15:43
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print