Dario Canovi offre il suo punto di vista sulla questione Antonio Conte ai microfoni di TMW Radio: "Una squadra dietro a tutto questo? E' un'uscita infelice, quasi per farsi licenziare. Ci sono gli estremi per un licenziamento per giusta causa. Ma conoscendo Conte non è stata involontaria, anzi. E bisognerebbe capire il perché. Credo che ci sia una lotta di potere con i dirigenti, Beppe Marotta e Piero Ausilio, per comandare di più. Sono loro due i destinatari di quello sfogo. Mai dimenticarsi cosa è successo alla Juve. Non è che Marotta e Conte andassero d'amore e d'accordo. L'Inter ha fatto mercato eccome, ha speso fior di quattrini, e non è riuscita a vincere il campionato in cui la Juve perde 7 partite. E' più la società che doveva chiedere spiegazioni a Conte. Poi gli chiederei: di quale carro dei vincitori parla? Che non ha vinto nulla?". Battuta finale su Massimiliano Allegri: "Se non è possibile, è quasi certo. Se va via Conte, Marotta chi cerca? E oltretutto per Allegri sarebbe una medaglia d'oro se riesce a vincere anche a Milano con l'Inter".

Sezione: News / Data: Lun 03 agosto 2020 alle 21:32
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print