L'accordo era chiaro, operazione da 45 milioni di euro complessivi, così suddivisa: 10 milioni per il prestito oneroso, 35 milioni per l'obbligo di riscatto. Su queste basi Inter e Sporting Lisbona hanno raggiunto un accordo per il trasferimento a Milano di Joao Mario. Ma nonostante ciò, la fumata bianca ancora non è arrivata. Diario de Noticias prova a spiegare il motivo, sostenendo che mancano ancora alcuni dettagli, che però frenano l'evoluzione dei discorsi. Innanzitutto, la percentuale che dovrebbe finire nelle tasche di Kia Joorabchian, il mediatore dell'operazione. Nulla di insormontabile, sotto questo punto di vista.

Un po' più problematica è invece l'altra questione da chiarire: lo Sporting Lisbona infatti vorrebbe intascare qualcosa di più dalla cessione di Joao Mario e ha avanzato un'altra richiesta all'Inter: ottenere il 10% della futura rivendita del calciatore. Proposta che ha trovato la ferma opposizione di Suning, non disposta ad accettare anche questa concessione visto che considera più che generosa l'offerta complessiva. Si spiega così lo stand-by della trattativa, con la società nerazzurra infastidita dall'atteggiamento dei Leoes. Resta il fatto che, a detta di Diario de Noticias, i discorsi proseguono e le possibilità che Joao Mario vesta la maglia dell'Inter rimangono elevate. Con il club nerazzurro infatti, dal suo punto di vista, l'accordo è totale.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 17 agosto 2016 alle 11:10 / Fonte: Diario de Noticias
Autore: Redazione FcInterNews.it
vedi letture
Print