È stallo totale tra l'Inter e Milan Skriniar relativamente al rinnovo di contratto dello slovacco, in scadenza il prossimo giugno. Al contrario di quanto era filtrato nelle scorse settimane, non sarà questa sosta di campionato il momento giusto per riaprire le contrattazioni, c'è stato uno slittamento in avanti, al quale ha contribuito anche il momento poco felice della squadra. E c’è da credere, spiegano i colleghi della Gazzetta dello Sport, che il discorso non verrà toccato a breve, di sicuro non prima della doppia sfida in Champions contro il Barcellona. Non una bella notizia per l'ambiente nerazzurro, soprattutto se sommato alla volontà mai mutata del PSG di acquistare il difensore centrale dopo l'assalto fallito nella scorsa sessione di mercato.

"Nessuno oggi dentro l’Inter può garantire che a gennaio lo slovacco sarà ancora un calciatore nerazzurro. L’ottimismo non è diffuso, la trattativa è in salita e servirà un’impresa non banale per allungare l’accordo oltre il 2023", si legge sulla rosea. Il pericolo di perdere il giocatore a gennaio, insomma, incombe perché il club francese, ormai non è più un mistero, all’inizio del 2023 si presenterà con una una offerta, dimezzata rispetto all'estate: 30 milioni di euro che metteranno Steven Zhang di fronte a un bivio. A proposito di difensori che possono dire addio a zero, aggiunge la Gazzetta dello Sport, non va dimenticato Stefan de Vrij, attualmente scavalcato da Francesco Acerbi nelle gerarchie di Inzaghi: è assai probabile qualche club a gennaio torni a sondare il terreno. Queste due situazioni di profonda incertezza non aiutano la squadra, ma la società sarà molto chiara con lo spogliatoio: niente alibi. 

Sezione: Focus / Data: Lun 26 settembre 2022 alle 08:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print