Nella giornata di ieri, il Tribunale di Catania ha decretato la revoca dell'esercizio provvisorio del Calcio Catania 1946, sancendo così l'esclusione dal campionato di Serie C della società etnea dichiarata già fallita lo scorso 22 dicembre. Fine amara della storia del club rossoazzurro che riempie di dolore anche Walter Zenga, che a Catania ha vissuto una splendida esperienza da allenatore e che ai microfoni della Gazzetta dello Sport esprime tutto il suo rammarico: "Mi si è aperta una ferita che adesso sanguina. Mi sembra tutto assurdo. Perché escluderlo adesso, con tre partite da giocare in casa e una a Palermo? Gli incassi non avrebbero potuto aiutare? Capisco se fosse successo due mesi fa, ma adesso proprio no, non è giusto.

Mi dispiace tantissimo, non trovo le parole. Penso a Francesco Baldini e ai giocatori, ai sacrifici che hanno fatto per fare questo campionato. E penso ai tifosi, che perdono la loro squadra. Io ci ho lasciato il cuore a Catania e oggi sono molto dispiaciuto: non doveva finire così".

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Dom 10 aprile 2022 alle 14:58
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print