Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Luis Cesar Menotti ha parlato anche di temi inerenti il mondo nerazzurro.

Sa che il motto juventino è da sempre “vincere è l’unica cosa che conta»?
"Frase grossolana, cosa significa? Come se dicessi che l’unica cosa che conta per vivere è respirare. Quando mi sveglio non penso certo a respirare: penso a godermi la vita, a inseguire la felicità. La stessa cosa in campo: nessun giocatore sarà mai contento pensando che conti soltanto vincere perché quello è il motivo stesso della competizione. A me interessa invece che, nel raggiungere l’obiettivo, una squadra sia sempre protagonista dello spettacolo. Mi piace chi ha un impegno estetico nell’arte. E il calcio è un’arte".

Ora è d.t. delle nazionali argentine: nel futuro quanto conterete su Lautaro Martinez?
"Lo studio all’Inter, è un giocatore completo: più simile a Cristiano, dà il meglio sotto porta. Non ho dubbi che sia un progetto di campione. Per questo il meglio ce l’ha davanti: pure lui deve crescere senza perdersi".

Icardi, invece, si è perso?
"Non posso sapere cosa sia successo all’Inter. Posso solo dire che non bisogna dimenticarsi di ciò che ha fatto: è stato capitano, goleador, simbolo".

VIDEO - SOMBRERO E TIRO AL VOLO, LAUTARO CERCA IL SUPERGOL CONTRO L'ECUADOR

Sezione: Copertina / Data: Mar 15 Ottobre 2019 alle 09:36 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print