Dopo Destro, Hernanes. Un altro ex ha reso indigesto il week end con vista Champions delle romane. Gol con capriola, quello del Profeta.

Esultanza finalmente non soffocata dall'ipocrisia, che ha mandato in frantumi il rapporto con i tifosi laziali («All'Olimpico ero abituato a fare le capriole, mi sentivo a casa e ho esultato così, sempre con il massimo rispetto però - ha spiegato l'interessato con evangelico candore - Anche se ci sono stati dei fischi, il mio affetto per la Lazio non cambierà»). Dopo il 2-1 decisivo, che ha messo la parola fine all'ennesima notte da film per l'Inter (straordinario lancio di Kovacic con tanto di assist di tacco di Palacio), l'emozione ha fatto breccia sul volto del Profeta, uscito dal campo visibilmente commosso.

Sezione: Rassegna / Data: Lun 11 maggio 2015 alle 09:24 / Fonte: Tuttosport
Autore: Redazione FcInterNews.it
vedi letture
Print