Arriva sul Corriere della Sera il consueto punto di Mario Sconcerti dopo gli anticipi di Serie A. "Crescono con calma ma crescono sia la Juve che l’Inter. Può colpire l’assenza di sconfitte della Juve nonostante le molte discussioni sul suo rendimento, ma è un risultato normale per la storia - si legge -. L’anno scorso perse la prima volta con la Lazio alla 15ª giornata. Era la Juve di Sarri, anche più discussa di questa di Pirlo. E aveva 6 punti in più. L’Inter è alla terza vittoria consecutiva nonostante schieramenti spesso opposti sugli esterni, che sono il vero timbro del gioco di Conte. La squadra ha preso una coscienza di sé che prima era più traballante. Il gioco si è un po’ sveltito. Sono osservazioni complessive, non di giornata. Col Bologna, come con il Sassuolo, la partita è finita subito. C’è però più coscienza di sé, si sanno distinguere le fasi della partita, si ottiene di più dai singoli. In questo momento l’Inter mi sembra la più completa".

Sezione: Rassegna / Data: Dom 06 dicembre 2020 alle 10:28 / Fonte: Corriere della Sera
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print