Sono tre gli episodi da moviola analizzati dalla Gazzetta dello Sport dopo Parma-Inter. Si parte al 13’, con la "corretta la lettura del non mani di Bruno Alves su Dermaku". Sette minuti più tardi un po' di confusione nella squadra arbitrale guidata da Maresca: "Al 20’ invece tilt sul braccio aperto di Kurtic, l’arbitro Maresca viene mandato al monitor per valutare un episodio che avrebbe potuto portare a un calcio di rigore, ma il tutto è invalidato dal fuorigioco di Godin che però doveva essere individuato prima senza innescare l’on field review che a quel punto diventa superflua". Verso il tramonto di primo tempo una situazione al limite: "Al 37’ dubbi per il tocco, che c’è, di Barella su Kulusevski, ma l’arbitro Maresca è lì e valuta l’intervento non falloso". E si arriva alla fine della partita con "una pioggia di cartellini, in campo e in panchina, ma sembrano in gran parte motivati più dal nervosismo che dalle circostanze". 

VIDEO - L'URLO DI TRAMONTANA PER LA RIMONTA DI PARMA!

Sezione: Rassegna / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 08:35
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print