Saranno due settimane di fuoco per Antonio Conte. Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, il tecnico dell’Inter ha un attacco ancora tutto da costruire, anche se le preoccupazioni non sono per il momento eccessive. “Perché se i movimenti delle punte sono ancora abbozzati, il resto della costruzione della squadra sembra ben avviata - si legge sulla rosea -. Identità tattica, idee di gioco, distanze e anche tenuta mentale mostrano visibili progressi. L’attacco, meno. Ma ci sono un mare di attenuanti, e almeno tre piani su cui lavorare per risolvere il problema”.

E ancora. “Antonio Conte sull’attacco non ha ancora cominciato a lavorare. Il reparto è quello maggiormente rinnovato, nella filosofia (scomparsi gli esterni, raddoppiata la punta centrale) e negli uomini. La «piazza pulita» delle possibili sorgenti di casi nello spogliatoio ha portato alla rinuncia di tre dei principali marcatori del 2018-19: con Icardi, Perisic e Nainggolan sono stati messi «fuori dal progetto» anche 33 gol, il 44 per cento del fatturato offensivo dell’ultima annata. L’arrivo dei sostituti è stato ritardato dagli sviluppi del mercato: così per quasi tutte le amichevoli si è giocato con i «ragazzini» (uno di questi, Esposito, ha confermato i poterci stare). Lautaro è rientrato tardi dopo la Coppa America, Politano si è fermato per infortunio, Lukaku è appena arrivato”.

Le due settimane che mancano all’inizio del campionato dovranno essere sfruttate al massimo dal belga, dal Toro e dall’ex Sassuolo per mettere a punto tecnica e tattica, visto che tutti e tre devono ritrovare brillantezza e tempi di reazione. Un aiuto può arrivare dal mercato, con il possibile arrivo di Edin Dzeko e di una possibile aggiunta sugli esterni. “A destra sembra pronto a venire in soccorso Lazaro, che ieri ha giocato nell’amichevole di Appiano e che è recuperato, a sinistra ci potrebbe essere spazio per un ulteriore acquisto, legato alle uscite e il cui profilo dipenderà anche dagli eventuali incassi ottenuti con gli esuberi, Icardi in testa. Probabile che il ritocco arrivi lì più che a centrocampo, dove invece si lavorerà per rendere precisi e puntuali i collegamenti fra Sensi e Barella e le due punte. Anche lì ci sono ampi margini di miglioramento. Poi i gol arriveranno”, si legge.

VIDEO - QUESTO E' EDIN DZEKO, QUANTE PERLE CON LA BOSNIA

Sezione: Rassegna / Data: Lun 12 Agosto 2019 alle 09:41
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print