La Gazzetta dello Sport ricorda: "Lo chiamano il Vizekusen, il soprannome ufficiale di un club che non riesce a vincere un trofeo dal 1993: risale al 12 giugno di quell’anno la conquista della Coppa di Germania battendo la seconda squadra dell’Hertha - si legge -. Il Leverkusen, prossimo avversario dell’Inter (mancherà Aranguiz, squalificato) è una sorta di eterno incompiuto che, anche quest’anno, non ha saputo fare (finora) il salto di qualità".

Come ricorda la rosea, infatti, per ora è stata fallita la partecipazione alla Champions tramite la Bundesliga (5° posto) ed è arrivato anche il ko in finale di Coppa di Germania contro il Bayern Monaco. Il calcio di Bosz è fatto di difesa altissima, pressing e possesso palla: quinto miglior attacco di Germania, ma anche 44 gol subiti che alla fine hanno pesato sul piazzamento. "La difesa sembra essere un rebus insoluto per il tecnico olandese che non riesce a trovare un assetto definitivo a causa di infortuni o di cali di forma, come nel caso di Tah, già nazionale ma finito di recente in panchina - riferisce la Gazzetta -. Tapsoba ha buone potenzialità ma qualche amnesia di troppo e anche Hradecky sembra aver smarrito la sicurezza che lo aveva fatto diventare uno dei migliori portieri della Bundesliga". Occhio anche a Volland e Wirtz (classe 2003).

Sezione: Rassegna / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 09:24 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print