Ma Conte ha ancora fiducia nel progetto Inter? Questa è la domanda che si pone il Corriere dello Sport dopo le ripetute esternazioni di Antonio Conte che farebbero pensare a una crisi tra il tecnico e il club. "Il tecnico salentino ha più volte fatto capire come la società, a suo giudizio, abbia preferito puntare sulla prospettiva piuttosto che sull’esperienza, rendendo più complicato il processo di eliminazione di certi storici difetti - si legge -. Peraltro, anche il mercato per la prossima stagione si sta sviluppando su questa linea: dopo Hakimi, si lavora su Tonali e Kumbulla (entrambi classe 2000). Nella lista di Conte, invece, ci sono Vidal, Dzeko e, magari, Vertonghen. Attenzione, però, perché non è solo una questione di mercato. L’allenatore, infatti, non si sentirebbe adeguatamente sostenuto: non certo pubblicamente, piuttosto nella sua metodologia e filosofia di lavoro, che non avrebbero ancora “attecchito”". 

Secondo il Corsport, però, la crisi vale anche in verso opposto: anche all'interno del club qualcuno non digerisce i metodi di Conte, sia a livello di dichiarazioni che di campo. E si parla di alcuni giocatori che avrebbero chiesto  al tecnico di rallentare a livello di preparazione fisica dopo i primi guai muscolari. E anche Suning non pare aver apprezzato il lasciar intendere che il club non abbia fatto di tutto per accontentarlo. "Da viale della Liberazione sono state smentite le voci di divorzio, con Allegri come sostituto. Del resto, sarebbe un salasso per i conti del club, che un anno fa ha già dovuto sostenere l’addio di Spalletti. Ma sarebbe diverso se fosse Conte a manifestare propositi di addio, magari con un’offerta (dall’Inghilterra?) già in mano…", spiega il quotidiano. 

VIDEO - UNDICI ANNI FA LA PRESENTAZIONE DI MILITO E MOTTA: QUANTE GIOIE IN NERAZZURRO

Sezione: Rassegna / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 09:24 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print