L'Europeo 2021 e non solo. Ospite di Radio Deejay, Roberto Mancini, ct della Nazionale, comincia la chiacchierata con Zazzaroni e Caressa parlando dell'impatto che il rinvio della rassegna continentale può avere sul gruppo azzurro: "Non verrà modificato l'assetto, sicuramente potremo migliorare avendo diversi giovani in rosa. Certo, sarebbe stato meglio giocarlo ora perché venivamo da una striscia importante di vittorie e avevamo acquisito una certa credibilità". 

Si parla molto di Tonali come il giovane più promettente del calcio italiano, cosa ne pensi?
"Tonali è uno dei più giovani, quindi quando andrà in una squadra che fa le Coppe farà più esperienza. Gli manca tutto a quel livello lì, ovvio che potrà solo migliorare andando in una big. Ruolo? Può giocare in tutti i ruoli del centrocampo a tre, non ha grandi problemi a fare le due fasi: attacca bene e sa impostare l'azione. E' polivalente" 

Eri più forte di Totti?
"Eravamo abbastanza simili come giocatori, mi è sempre piaciuto perché mi assomigliava. L'Italia ha avuto tanti campioni negli anni in quel ruolo". 

Le favorite alla ripresa.
"La Lazio e la Juve si giocheranno lo scudetto. Però vedendo la Bundes, essendo saltato il fattore campo, credo che anche l'Inter possa avere delle possibilità: ci possono essere delle sorprese. I bianconeri rimangono comunque avvantaggiati". 

Un messaggio per Balotelli.
"Che devo dire? Spero sia tornato ad allenarsi (ride ndr)". 

Sezione: News / Data: Sab 30 maggio 2020 alle 12:59
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print