Urbano Cairo, presidente del Torino, commenta per l'Ansa gli emendamenti presentati in Parlamento per sostenere il calcio, tra cui quello che prevede l'allargamento della durata dei diritti televisivi da tre a cinque anni proposto dal presidente della Lazio Claudio Lotito: "Premesso che come molti sanno spesso mi capita di non essere d'accordo con Lotito, stavolta la pensiamo alla stessa maniera. La situazione è sotto gli occhi di tutti: il nostro è un mondo che vive da tempo difficoltà, molto aggravate negli ultimi anni dalla pandemia. Certo, sono stati fatti sbagli, ma errori di gestione se ne fanno anche in altri settori della società, che pure ricevono aiuti rilevanti dallo stato: penso al tax credit per il cinema, ad esempio. Quanto all'idea di modificare la legge Melandri, non è certo un assist a un'emittente tv o un'altra. Qualsiasi persona di buon senso capisce che è una sacrosanta opportunità per chi investe di ottenere un guadagno grazie alla continuità del progetto.

E di conseguenza consente a chi vende di ottenere di più. Mi pare elementare da capire, e se non sbaglio funziona così anche all'estero. In Spagna, ad esempio, dove i diritti tv li valorizzano bene, gli anni di durata sono appunto cinque e sei per quelli internazionali".

Sezione: News / Data: Lun 05 dicembre 2022 alle 04:30 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print