Lascia? No, raddoppia. Le parole di ieri di Piero Ausilio, oltre a delineare scenari su obiettivi in entrata, hanno anche aperto più di uno spiraglio alla conferma di Alexis Sanchez. L'Inter sta studiando una soluzione per tenere a Milano un'altra stagione il cileno, arrivato l'estate scorsa dallo United in prestito secco e con ingaggio pagato in due. Saltata l'opzione Mertens, il Niño Maravilla è tornato con prepotenza la prima opzione di Antonio Conte come terzo attaccante anche in vista della prossima stagione. "Per Conte, il Niño è una prima scelta, considerato che già lo voleva prima alla Juve, quindi al Chelsea, il tutto senza dimenticare come il suo ricchissimo palmares garantisca quell’esperienza nel giocare partite decisive su grandi palcoscenici che, come ha mostrato lo sviluppo della stagione, manca alla stragrande maggioranza dei suoi compagni - sottolinea Tuttosport -. Una presa di posizione pienamente condivisa da Marotta e Ausilio anche perché i tre mesi persi per l’operazione al tendine peroneo lungo della caviglia sinistra rappresentano un alibi incrollabile per valutare un rendimento che non è stato all’altezza delle aspettative".  

Resta il nodo ingaggio: Sanchez percepisce 12 milioni a stagione e bisognerà trovare nuovamente la quadra con i Red Devils per consentire al cileno di restare a Milano un altro anno. Intanto lui suda alla Pinetina e, finalmente, si è rimesso a pari con gli altri a livello di condizione fisica. Ad Appiano si sta dannando l'anima e questo dettaglio non è passato inosservato: lui, più di altri, sarà sotto osservazione in questi mesi. Ma la volontà di tutti - dalla dirigenza a Conte - sembra proprio quella di trattenerlo.

VIDEO - ICARDI-INTER, ORA E' FINITA DAVVERO: QUANDO WANDA INSULTO' IL TELECRONISTA

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 30 maggio 2020 alle 10:28 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print