All'Inter non riesce il bis in Supercoppa italiana: una settimana esatta dopo la vittoria larga nel derby della prima squadra a Riad, la Primavera cade nella finalissima dell'U-Power Stadium di Monza, dove la Fiorentina si dimostra più squadra e difende con pieno merito il trofeo che deteneva da un anno vincendo 2-1. I nerazzurrini, fondamentalmente, non riescono a raddrizzare una serata nata storta, con il tiro di Nikola Iliev che dopo neanche 120 secondi si schianta contro Tommaso Martinelli, e subiscono eccessivamente il contraccolpo dell'infortunio serio occorso a Jan Zuberek dopo il quale vanno sotto di due gol tra 11' e 25', colpiti al cuore da Lorenzo Amatucci e Tommaso Berti. Nella ripresa, i campioni d'Italia non danno segni di vita neanche dopo i cambi offensivi, creano poco, e si affidano esclusivamente all'individualità di Valentin Carboni che impegna due volte il portiere gigliato, che alla fine deve arrendersi a un quarto d'ora dal 90' al jolly da fuori area di Enoch Owusu, il più in forma dei nerazzurrini nel 2023 colpevolmente tenuto in panchina da Cristian Chivu. Che si rende conto che la maledizione della Supercoppa italiana sta per abbattersi anche sulla sua testa dopo l'espulsione rimediata all'89esimo da Valentin Carboni. Pochi minuti dopo arriva la certificazione al triplice fischio: la Fiorentina è supercampione d'Italia, l'Inter esce sconfitta da una finale per la sesta volta. 

TABELLINO: 

INTER-FIORENTINA 1-2

Reti: 11' Amatucci (F), 25' Berti (F), 75' Owusu (I).

INTER: 1 Botis; 2 Zanotti, 3 Fontanarosa, 31 Di Pentima (4 Stankovic 78'), 27 Dervishi (23 Esposito 83'); 8 Grygar, 24 Andersen (30 Owusu 46'); 7 Martini (14 Kamate 46'), 10 Carboni, 11 Iliev; 9 Zuberek (22 Curatolo 7'). A disposizione: 12 Bonardi, 21 Calligaris, 6 Guercio, 13 Stabile, 15 Bonavita, 16 Di Maggio, 18 Sarr, 25 Biral, 28 Stante, 33 Pelamatti. Allenatore: Cristian Chivu. 

FIORENTINA: 30 Martinelli; 26 Vigiani, 25 Krastev (37 Comuzzo 79'), 5 Biagetti, 4 Lucchesi; 14 Berti (16 Vitolo 87'), 8 Amatucci, 21 Falconi; 33 Kayode, 29 Toci (9 Sene 79'), 11 Distefano. A disposizione: 12 Tognetti, 40 Vannucchi, 2 Elia, 6 Romani, 7 Capasso, 15 Baroncelli, 17 Denes, 19 Presta, 27 Padilla Mendoza, 28 Nardi, 44 Harder, 45 Spaggiari. Allenatore: Alberto Aquilani.

Espulso: Carboni (I) all'89' per doppia ammonizione.
Ammoniti: Amatucci (F), Vigiani (F), Carboni (I), Di Pentima (I), Di Stefano (F), Owusu (I).
Recupero: 4', 4'.

Arbitro: Gabriele Scatena (sez. Avezzano)
Assistenti: Ferrari - Allocco.
Quarto Ufficiale: Gauzolino.

---------

RIVIVI IL LIVE DI INTER-FIORENTINA 1-2

95' - Non c'è più tempo, cala il sipario all'U-Power Stadium di Monza! La maledizione della Supercoppa colpisce ancora l'Inter Primavera, battuta 2-1 dalla Fiorentina. Sesta finale persa dai nerazzurri che si arrendono ai gigliati, già detentori del titolo: decidono le reti di Amatucci e Berti. Inutile la perla di Owusu, forcing finale reso sterile dall'espulsione di Carboni. 

94' - Stankovic mette in mezzo... Spizzata di Sene, palla nelle mani di Martinelli. 

93' - Punizione preziosa conquistata da Esposito, spalle alla porta. Sul punto di battuta Stankovic, che da lì può solo crossare. 

91' - Martinelli evita il corner raccogliendo il cross di Fontanarosa sporcato da Biagetti. 

90' - Zanotti non trova Curatolo in area ma i guantoni di Martinelli. Intanto vengon assegnati 4' di recupero. 

89' - ESPULSO CARBONI! Doppio giallo per l'argentino, che se ne va sotto la doccia in anticipo dopo un fallo evidente su Amatucci proprio sotto gli occhi dell'arbitro.

87' - Altro cambio per Aquilani: Berti fa spazio a Vitolo. 

87' - Owusu, alla caccia del pallone, finisce per travolgere un avversario: ammonizione inevitabile per il 30 nerazzurro. 

86' - Un po' di scintille, come prevedibile, per la rimessa in gioco del pallone. L'arbitro invita tutti a darsi una calmata. 

85' - Stankovic troppo irruento, Sene si prende volentieri il calcio di punizione che è puro ossigeno per i compagni. 

83' - Inter a trazione anteriore: dentro un altro attaccante, Esposito, per il terzino Dervishi

82' - PALO DELLA FIORENTINA! Distefano va a tanto così dal grande gol, sul tap-in Sene non è pronto. L'Inter rimane viva. 

82' - Kamate mette in croce i compagni perdendo un pallone sanguinoso fuori dall'area gigliata, per sua fortuna Zanotti fa una corsa provvidenziale all'indietro e salva su Sene. 

81' - Uscita a vuoto di Martinelli sul cross di Fontanarosa: l'ultimo tocco è viola, corner per l'Inter. 

79' - Sene è la contromossa di Aquilani: richiamato in panchina Toci. In campo anche Comuzzo per Krastev

78' - Cambio pr Chivu: dentro Stankovic per Di Pentima. 

78' - ORA L'INTER CI CREDE! Uscita avventurosa di Martinelli, la palla rimane lì e diventa buona per Iliev che non osa il pallonetto ma calcia forte centrando un difensore. 

75' - LA RIAPRE OWUSU CON UN GOL FANTASTICO! Dal nulla, l'uomo più in forma dell'Inter pesca il sette con un tiro di controbalzo potente e preciso che lascia senza diritto di replica Martinelli. 

73' - CARBONI DA LONTANISSIMO! E' sempre Valentin che prova a scuotere i compagni, sempre con un'iniziativa individuale: il suo tiro da distanza proibitiva finisce comodo in braccio a Martinelli. 

71' - Distefano caricato di un cartellino giallo dall'arbitro. 

69' - KRASTEV MANCA IL COLPO DEL KO! Il 25 viola, sul controcross calibrato in zona secondo palo, è tutto libero di battere a rete di testa ma manda clamorosamente a lato. 

68' - Zanotti troppo aggressivo, per l'arbitro il suo intervento su Amatucci è oltre ii confini della regolarità. Punizione Fiorentina che, sinceramente, non sta facendo alcuna fatica a difendere il doppio vantaggio. 

65' - Poche idee in casa Inter: qui il lancio per Owusu è troppo lungo, peraltro in zona c'era pure Kayode. 

64' - La Fiorentina torna a rendersi pericolosa! Filtrante in area che premia il bel movimento di Toci che, molto defilato, scarica verso la porta un tiro-cross troppo timido. 

61' - Superata l'ora di gioco a Monza: resiste il doppio vantaggio della Fiorentina sull'Inter maturato nei primi 25'. 

60' - Malinteso Kamate-Dervishi: palla banale persa dall'Inter. 

58' - SI ACCENDE VALENTIN CARBONI! Azione finalmente degna di nota della stella dell'Inter Primavera, che prende il centro del palco e calcia da fuori area costringendo Martinelli alla parata in tuffo. Corner per l'Inter. 

57' - Terzo giallo in pochi minuti: Di Pentima finisce nell'elenco dei cattivi dell'arbitro, e lo fa sapendo di aver commesso un fallo meritevole di provvedimento. 

56' - Dervishi in difficoltà nel controllare lo spiovente, Di Pentima bada al sodo spazzando fuori. 

55' - Arriva un'altra ammonizione, questa volta per un giocatore dell'Inter: sanzionato Carboni. 

54' - L'arbitro estrae un cartellino giallo in direzione di Vigiani, intervenuto fuori tempo massimo per cercare di contendere palla all'Inter. 

53' - Cambio gomme a bordocampo per Amatucci: Fiorentina in inferiorità numerica per qualche secondo. 

52' - Kamate rimedia all'errore di Owusu: recupera palla l'Inter, che in questa ripresa ha il cronometro come nemico. 

51' - Zanotti si appoggia a Botis, che ricorre un'altra volta al rilancio. Chivu gli fa sapere che non è stato contento della scelta. 

50' - Azione da calcio d'angolo che si chiude in un nulla di fatto per l'Inter: il controcross tentato da Fontanarosa finisce tra i guantoni di Martinelli. 

49' - L'Inter risponde: Zanotti crossa per Curatolo o Iliev, ma alla fine sbuca un difensore viola che allunga di testa in corner. 

47' - La Fiorentina comincia attaccando: tiro di Amatucci respinto, poi la palla sfila in fallo di fondo scortata da Dervishi. 

46' - Ripartiti, comincia il secondo tempo della finale di Supercoppa italiana Primavera!

21.37 - Doppio cambio per Chivu all'intervallo: Kamate per Martini, Owusu al posto di Andersen. 

------

21.21 - Il primo tempo dell'Inter è il tiro di Iliev al secondo minuto che si schianta contro Martinelli. La finalissima dei nerazzurri nasce così, storta, si complica ulteriomente al 6' per l'infortunio serio di Zuberek, che è il solo il primo choc prima della pennellata su punizione di Amatucci che manda avanti all'11esimo la Fiorentina. Padrona del campo che legittima la sua superiorità con il raddoppio al 25' di Berti, cinico a sfruttare un regalo di Dervishi. I campioni d'Italia incassano eccome l'uno-due di precisione pugilistica dei gigliati e si risvegliano solo prima della campanella, con i tiri di Valentin Carboni e Curatolo che vanno a sbattere direttamente contro i cartelloni pubblicità. 

49' - Duplice fischio di Gabriele Scatena, finisce qui il primo tempo della finale di Supercoppa italiana Primavera! Il parziale dice Inter-Fiorentina 0-2 per i gol messi a segno da Amatucci (11') e Berti (25'). 

49' - Ultima preghiera per l'Inter nel primo tempo: punizione sulla trequarti affidata a Iliev. 

48' - Ghiaccio nelle vene per Martinelli, a cui riesce un dribbling nella sua area di rigore sulla pressione di Iliev. 

47' - Valentin Carboni calcia sul fondo! Il miglior momento dell'Inter ora: l'argentino, trovato nel cuore dell'area da Zanotti, rifiuta il tiro col piede forte, fa una giravolta e di destro manda contro i cartelloni. 

46' - Fontanarosa tenta un colpo di tacco volante alla Crespo: palla a lato. 

46' - Iliev chiuso da Vigiani a cavallo della linea di fondo: corner per l'Inter. 

45' - Recupero robusto, come prevedibili: si giocherà per altri 4'. 

44' - Curatolo da posizione defilata! Bel movimento del 22 interista che, sul lancio di Zanotti, evita l'offside, si presenta in area ma ciabatta fuori senza avere un angolo di tiro. 

42' - Imprendibile il lancio di Fontanarosa per Zanotti: palla in fallo di fondo. 

42' - Cross sbilenco di Iliev, la Fiorentina sbroglia senza problemi. 

41' - Toci frana contro Zanotti: possibilità sulla trequarti per l'Inter con Iliev che metterà in mezzo. 

40' - Lucchesi vince il duello in velocità con Martini e porta a casa una rimessa laterale facendo carambolare la palla sull'avversario. 

39' - Iliev commette fallo in attacco sbracciando nel duello con Biagetti. In ombra il bulgaro, probabilmente condizionato da quel gol divorato dopo neanche 120 secondi. 

37' - Kayode usa il fisico per disinnescare la fantasia di Carboni che, in maniera individuale, senza grande supporto dei compagni, sta provando a emergere nella partita. 

36' - Martinelli si esibisce in un grande intervento fuori dalla sua area, in tuffo di testa, anticipando Iliev. Il quale però era in fuorigioco: si alza la bandierina dell'assistente. 

35' - Cross in area, Botis respinge così così. La palla danza in area, ma senza diventare minacciosa per l'Inter. 

34' - Distefano non ha vie di fuga tra due avversari sulla fascia sinistra, Martini però è imprudente e finisce per rifilargli un pestone. Punizione simile a un corner corto per la Fiorentina. 

32' - Valentin Carboni veste un avversario con un sombrero elegante, poi però Martini rovina tutto con un passaggio troppo corto facilmente intuibile per gli avversari. 

30' - Mezzora all'U-Power Stadium di Monza: il parziale dice Inter-Fiorentina 0-2, i gol di Amatucci e Berti. 

29' - Inter messa male tatticamente, Valentin Carboni galleggia tra le linee ma ne ha sempre attorno 4. Così è difficile creare i presupposti per un gol, in più il pressing per recuperare palla non è mai di squadra. 

26' - Un solo lampo dell'Inter fin qui, al 2' con Iliev, poi il nulla. Oltre ai due gol viola, i nerazzurri hanno subito anche uno choc emotivo per l'infortunio serio di Zuberek. 

25' - LA FIORENTINA RADDOPPIA CON BERTI! Dervishi sbaglia tutto regalando palla a Berti, che si invola verso la porta conducendo veloce palla prima di scaraventarla alle spalle di Botis, impallinato per la seconda volta in maniera incolpevole.  

22' - L'Inter ha i reparti troppo distanti, finora la scelta di Chivu di schierare i suoi con il 4-2-3-1 non sta pagando. 

20' - Il canovaccio tattico non cambia. L'iniziativa è sempre della Fiorentina che porta Kayode a concludere dall'interno dell'area di rigore: la palla si impenna, nessun problema per Botis. 

19' - Non riesce all'Inter il dai e vai sulla fascia sinistra: Iliev non può raggiungere il passaggio di ritorno, Krastev spazza via. 

18' - Arriva la prima ammonizione del match: è per l'autore del gol Amatucci, intervenuto in ritardo col piede alto nel contrasto con Grygar. 

17' - Botis, decisamente in difficoltà sul retropassaggio di Dervishi, spedisce palla in tribuna. 

15' - Rientrato Krastev: ristabilità la parita numerica in campo. 

14' - Si riprende con la Fiorentina in inferiorità numerica, Krastev è a bordocampo per farsi medicare perché sanguina da un zigomo. 

13' - Gioco fermo per permettere i soccorsi a Krastev, mentre i tifosi nerazzurri presenti fanno sentire il loro sostegno intonando un coro personalizzato per Chivu. 

12' - Curatolo si arrangia irregolarmente nel duello fisico con Krastev, ora a terra dopo aver subito un colpo al volto. 

11' - GOLAZO DI AMATUCCI, INTER SOTTO! Pennellata d'autore del numero 8 della Fiorentina direttamente su punizione: la palla supera la barriera e muore al sette. 

10' - Zanotti trattiene la maglia di Distefano che stava tentando la giocato dopo aver guadagnato l'interno del campo: l'arbitro fischia punizione per la Fiorentina.  

10' - Partita ovviamente condizionata da questo fuoriprogramma: ora cambia il piano tattico dell'Inter perché Curatolo ha caratteristiche diverse da Zuberek. 

9' - Sfortunatissimo Zuberek, che in questa stagione si era dovuto fermare a lungo per un problema al braccio. 

7' - Cambio forzato per Chivu: Curatolo prende il posto di Zuberek. 

6' - E' serio il problema di Zuberek, in lacrime per il dolore al ginocchio. Deve addirittura entrare la barella per portarlo fuori dal campo. 

5' - Zuberek a terra dolorante, l'arbitro ferma immediatamente il gioco per favorire i soccorsi dello staff medico dell'Inter.  

4' - Krastev va ancora in difficoltà, si fa superare da Zuberek ma alla fine limita i danni sporcandogli il cross. La palla finisce docile tra le mani di Martinelli. 

2' - ILIEV SI DIVORA IL VANTAGGIO! Amnesia difensiva di Krastev che apre un'autostrada al bulgaro, che la percorre prima dii calciare addosso a Martinelli. Che tocca per ultimo dopo il rimpallo: corner per l'Inter. 

2' - Possesso palla insistito della Fiorentina, alla fine non riesce la sponda di testa di Toci: recupera Di Pentima.  

1' - E' la Fiorentina, stasera in completo bianco da trasferta, a dare il primo giro al pallone del match. L'Inter veste la classica maglia nerazzurra.
20.31 - Fischio d'inizio, comincia in questo momento la finale di Supercoppa italiana Primavera!

20.29 - Ora i saluti e lancio della monetina per stabilire il primo possesso di palla della gara e l'occupazione delle due metà campo. Poi le foto  di rito

20.28 - Ecco i 22 protagonisti che fanno capolino sul terreno di gioco dell'U-Power Stadium di Monza preceduti dalla terna arbitrale prima di disporsi ai lati della Supercoppa, in bella mostra. 

20.26 - Parola anche Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile dell’Inter, nel pre-partita: "Questa squadra per diversi mesi non si è potuta allenare insieme, abbiamo avuto tanti infortunati e diversi ragazzi sono andati in prima squadra, che di per sé non è mai un problema. Abbiamo chiesto ai ragazzi dell’U17 di essere pronti prima del previsto, ma adesso che il mister ha tutta la rosa a disposizione può lavorare con serenità. Stasera ci giochiamo il coronamento di una stagione. Le finali è importante giocarle, poi puoi vincerle o perderle. Il percorso è fatto di alti e bassi, fa parte della crescita, se i ragazzi non facessero errori non ci sarebbe bisogno degli allenatori. Dobbiamo ricordarci la sconfitta contro la Samp e mettere in campo ciò che ci ha insegnato”.

20.25 - La direzione del match è stata affidata a Gabriele Scatena di Avezzano, gli assistenti sono Maicol Ferrari (Rovereto) e Roberto Allocco (Bra), Gauzolino (Torino) vestirà i panni del quarto ufficiale.

20.22 - "Queste partite devono essere preparate soprattutto a livello mentale, è importante non farsi prendere dall'ansia. Bisogna ascoltare le indicazioni del mister e lasciare tutto in campo per non avere nulla da rimproverarsi. Ai miei compagni non ho ancora detto nulla, ma lo farò dopo". Sono le parole di Alessandro Fontanarosa, che ha parlato a Sportitalia, a pochi minuti dal kick-ff della finale di Supercoppa Primavera. "Siamo pronti, sappiamo che è importante e vogliamo portare a casa questo trofeo con un'impresa - ha aggiunto il capitano dei nerazzurini -. Sappiamo che la Fiorentina è una grande squadra, ma li abbiamo già battuti. Ovviamente questo non vuol dire che sarà facile. Bisogna dare il tutto per tutto. I ragazzi della prima squadra? Non ho avuto modo di sentirli".

20.20 - Oltre a Valentin Carboni, l'uomo copertina in casa nerazzurra è Nikola Iliev, MVP delle scorse finali scudetto, quest'anno autore di 4 gol e 4 assist in campionato. Stesso score stagionale anche per il classe 2003 della Fiorentina Filippo Distefano, miglior marcatore viola fino a questo momento. Il bulgaro, in totale, è andato a segno 10 volte in tutte le competizioni, ed è ovviamente il capocannoniere dell'Inter.

20.15 - Discorso opposto per la Fiorentina, quarta in graduatoria a soli tre punti dalla coppia di testa Roma-Torino, anche grazie al successo all'ultimo respiro ottenuto ai danni del Napoli in inferiorità numerica nell'ultimo turno. Nel 2023, i viola hanno battuto 2-1 la capolista Roma, passato il turno in Coppa travolgendo l'Ascoli 4-1, per poi cadere contro il Lecce 1-0.

20.10 - Il bilancio dell'Inter in campionato resta comunque insufficiente, ben oltre il 13esimo posto in classifica, anche se c'è stata una tendenza positiva a cavallo tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023: prima dell'inciampo di Bogliasco di venerdì scorso, l'Inter era riuscita a mettere insieme sei risultati utili consecutivi (4 V e 2 N).

20.05 - Per quanto riguarda il precedente più recente tra le due formazioni, la curiosità è che rappresenta un altro turning point per i nerazzurri dopo quello della passata stagione: il 22 ottobre scorso, grazie a un gol di Esposito, l'Inter centrò la prima vittoria assoluta in campionato uscendo da un incubo dopo nove gare di astinenza.

20.00 - I nerazzurrini, invece, non hanno un grande rapporto con la Supercoppa Primavera: l'albo d'oro parla di un solo successo (a San Siro 2-1 dts vs Roma il 7 gennaio 2018) a fronte di ben cinque finali dall'epilogo amaro. L'ultima partecipazione risale al 20 febbraio 2018, quando l'allora squadra allenata da Madonna si arrese ai rigori contro il Torino dopo il 2-2 maturato in 120'.

19.55 - La squadra di Alberto Aquilani, da par suo, difenderà il trofeo conquistato l'anno scorso battendo l'Empoli ai rigori e vinto complessivamente due volte nella sua storia (la prima all'Olimpico vs Roma 3-2 il 2 settembre 2011)

19.50 - Come detto nell'introduzione, l'Inter arriva a giocarsi il primo trofeo della stagione nella categoria da campione d'Italia, un'impresa partita da lontano, esattamente dal ko subito proprio contro i viola, dopo il quale fu stipulato un 'patto scudetto', nella definizione di Chivu, che fruttò 17 risultati utili consecutivi, compreso il successo definitivo contro la Roma.

19.45 - Dopo qualche anno di assenza, Inter-Fiorentina torna a essere una finale in questa categoria. Queste due squadre, infatti, si contesero lo scudetto nel 2017 e nel 2018, entrambe vinte dai nerazzurri: 2-1 (Vanheusden, Pinamonti, Sottil) e 2-0 dts (Colidio, Rover). La grande classica si è ripetuta anche alla Viareggio Cup, vedendo prevalere anche in quel caso l'Inter: 2-1 dts il risultato finale (Sottil, Belkheir, Vergani).

19.42 - Come prevedibile, Inzaghi ha prestato per l'occasione Valentin Carboni e Zanotti, le stelle dell'Under 19 che ormai sono aggregati in pianta stabile con la prima squadra. La novità di formazione è Dervishi, dirottato sulla corsia sinistra al posto di Pelamatti. In attacco, Zuberek completa il tridente con Iliev sostituendo Esposito. 

19.40 - LE FORMAZIONI UFFICIALI:

INTER: 1 Botis; 2 Zanotti, 31 Di Pentima, 3 Fontanarosa, 27 Dervishi; 7 Martini, 8 Grygar, Andersen 24; 10 Valentin Carboni, 11 Iliev; 9 Zuberek. A disposizione: 12 Bonardi, 21 Calligaris, 4 Stanovic, 6 Guercio, 13 Stabile, 14 Kamate, 15 Bonavita, 16 Di Maggio, 18 Sarr, 22 Curatolo, 23 Esposito, 25 Biral, 28 Stante, 30 Owusu, 33 Pelamatti. Allenatore: Cristian Chivu. 

FIORENTINA: 30 Martinelli; 26 Vigiani, 25 Krastev, 5 Biagetti, 4 Lucchesi; 14 Berti, 8 Amatucci, 21 Falconi; 33 Kayode, 29 Toci, 11 Distefano. A disposizione: 12 Tognetti, 40 Vannucchi, 2 Elia, 6 Romani, 7 Capasso, 9 Sene, 15 Baroncelli, 16 Vitolo, 17 Denes, 19 Presta, 27 Padilla Mendoza, 28 Nardi, 37 Comuzzo, 44 Harder, 45 Spaggiari. Allenatore: Alberto Aquilani.

19.25 - Dall'Arabia Saudita alla Brianza, con un salto temporale di una settimana, l'Inter vuole laurearsi supercampione d'Italia anche nella categoria Under 19 bissando il successo della prima squadra. I ragazzi di Cristian Chivu si presentano alla finalissma con lo scudetto della stella cucito sul petto per sfidare la Fiorentina, che si è guadagnata la possibilità di difendere il trofeo in palio grazie al quarto trionfo consecutivo in Coppa Italia. Dall'U-Power Stadium di Monza, benvenuti alla finale di Supercoppa Primavera tra Inter e Fiorentina. Il kick-off è previsto per le 20.30.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 25 gennaio 2023 alle 22:25 / Fonte: dall'inviato all'U-Power Stadium di Monza
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print