"Alla fine della mia carriera vorrò dire: ho dato il massimo per diventare il giocatore che volevo essere". Parla così Valentino Lazaro nell'intervista pubblicata oggi nel Matchday Programme nerazzurro. "Ho avuto una carriera veloce, a 16 anni la mia prima partita da professionista, a 18 il mio primo gol e a 19/20 la mia prima stagione importante, quella che mi ha dato la possibilità di trovare continuità e di crescere come giocatore - racconta l'esterno nerazzurro -. Non sono vecchio, ma ho già otto stagioni di calcio professionistico alle spalle e ho imparato tanto dai compagni negli anni. Quando arrivi in un grande club devi essere paziente e sono felice della chance che mi ha dato Conte. Importante essere un giocatore duttile".

"Il primo gol in nerazzurro? Il mio lavoro è fare assist, ma ovviamente quando segnerò sarò contento. Siamo un bel gruppo dentro e fuori dal campo. Parlo molto con Lukaku e Handanovic che è sempre disponibile per i più giovani. Barella è simpaticissimo, Candreva ha un grande senso dell'umorismo".

CLICCA QUI PER L'INTERVISTA INTEGRALE

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 6 Dicembre 2019 alle 11:30 / Fonte: Matchday Programme
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print