in primo piano

L’agente di Lautaro: “Rinnovo, per ora stiamo bene così: dobbiamo capire i piani dell’Inter. Dal Barça nessuna chiamata”

L’agente di Lautaro: “Rinnovo, per ora stiamo bene così: dobbiamo capire i piani dell’Inter. Dal Barça nessuna chiamata”

A un anno di distanza, Lautaro Martinez non ha smesso di pensare al Barcellona, pur avendo un contratto che lo lega all'Inter fino al 2023. A spiegarlo è Alejandro Camaño, agente del Toro, in esclusiva al quotidiano...

Mattia Zangari

A un anno di distanza, Lautaro Martinez non ha smesso di pensare al Barcellona, pur avendo un contratto che lo lega all'Inter fino al 2023. A spiegarlo è Alejandro Camaño, agente del Toro, in esclusiva al quotidiano catalano Sport: "Siamo molto sereni, dobbiamo prima risolvere la situazione con l'Inter, ma ovviamente gli piacerebbe. Chi non vorrebbe giocare nel Barcellona? È uno dei più grandi club del mondo".

Tuttavia, precisa il procuratore, l'ipotesi di un trasferimento del suo assistito alla corte di Lionel Messi per ora è semplice fantamercato: "Nessuno dal Barcellona mi ha chiamato. Ho un buon rapporto con Mateu (Alemany ndr), ma non c'è niente, quindi ora non ci pensiamo. Il giocatore è pronto per qualsiasi sfida, non passa inosservato e può assumersi ogni responsabilità".

Un anno fa, l'argentino sembrava veramente vicino a diventare un giocatore blaugrana: "Non so cosa sia successo l'anno scorso con Lauti, mi ha detto che il suo ex agente gli aveva parlato del Barça, ma era tutto confuso... - precisa Camano -. Il nostro compito ora è conoscere il progetto dell'Inter e ascoltare le offerte che stanno arrivando. Stiamo bene così, ma vedremo...".

Sicuramente, la valutazione del cartellino di Lautaro di 90 milioni di euro fatta dai media italiani, non è corretta, stando all'agente: "Novanta milioni sono esagerati. Tutto ha un prezzo, anche se mi sembra che l'Inter non parli di cessione, ma c'è da vedere con il passare del mercato la situazione del club. Rinnovo? Ce lo hanno offerto, ma per ora abbiamo detto che stiamo bene come siamo".