Difesa sotto accusa. Dopo il ko amarissimo in un derby dominato sotto il profilo della manovra e delle occasioni da rete, la retroguardia nerazzurra è stata pesantemente messa all'indice dalla critica. In particolare, sul banco degli imputati è finito Kolarov, protagonista in negativo sia sul rigore dello 0-1 che sulla marcatura blanda dello 0-2. Certamente colpevole il serbo ex Roma, tanto ingenuo nell'atterrare Ibrahimovic con un tackle senza senso quanto svagato nel lasciare sempre allo svedese troppi metri per insaccare il raddoppio su cross di Leao. Ma è chiaro che non tutto può essere conseguenza dell'atteggiamento del singolo.

FASE DIFENSIVA 'ALLEGRA' - Scorrendo l'avvio di gara dell'Inter, si possono trovare una lunga serie di piccoli errori che, messi uno di fianco all'altro, hanno poi portato al doppio svantaggio nell'arco di pochi minuti. Peraltro, a differenza di quanto narrato dai più, l'approccio al derby di Lukaku e compagni è stato tutt'altro che sbagliato: di fatto, l'Inter ha pagato una fase difensiva eccessivamente 'allegra' nella prima porzione di gara, dettaglio che poi ha condizionato i 90 minuti complessivi.

ASSENZE PESANTI - Tutti (o quasi), però, hanno fatto finta di non ricordare le pesantissime assenze di Bastoni e Skriniar, resi indisponibili dal Covid-19. Così come accaduto con la Fiorentina all'esordio, Conte si è visto costretto a mandare in campo sia D'Ambrosio che Kolarov, due elementi che possono senz'altro fare i 'terzi', ma che se utilizzati in contemporanea rischiano di lasciare con scarsa protezione il centrale di riferimento (Bastoni nella prima giornata, De Vrij nel derby). Un particolare non superfluo per Conte, che peraltro ha avuto mezzo allenamento per preparare il derby a causa del rientro tardivo dei tantissimi nazionali. Una miscela di concause che ha generato evidentemente quell'avvio horror contro i rossoneri.

DETTAGLIO NON BANALE - Domani, contro il Borussia Mönchengladbach in Champions League, Conte dovrebbe ritrovare Bastoni, con la possibilità di inserire l'ex Parma nel terzetto difensivo con De Vrij e D'Ambrosio. Per Skriniar, a quanto pare, ci vorrà ancora un po'. Il tecnico leccese freme: con lo slovacco, Bastoni e De Vrij in campo, a Roma contro la Lazio, l'Inter concesse davvero pochissimo. Dettaglio non banale. E non può essere un caso.

VIDEO - ACCADDE OGGI - 20/10/2004: CINQUINA INTER A VALENCIA, ADRIANO STELLARE

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 20 ottobre 2020 alle 11:10
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print