"Il carattere c'è sicuramente, ma per me c'è anche qualcosa di più. Per fare le cose importanti ci vuole anche qualità, e l'Inter l'ha dimostrato di averla vincendo le ultime partite. Stiamo cercando di migliorare". Intervistato ai microfoni di Sky Sport al Campus di Humanitas University a margine della presentazione ufficiale del libro "Medico del calcio – il Manuale" scritto dal dottor Piero Volpi, responsabile medico dell’Inter, il direttore sportivo nerazzurro, Piero Ausilio, ha parlato del momento nerazzurro e non solo.

Come stanno Brozovic e Vrsaljko?
"La cosa buona è che questi ragazzi sono rimasti qui a lavorare, Brozovic per recuperar dall'infortunio. Per Vrsaljko abbiamo avuto grande collaborazione con la Croazia, lui veniva da un problema al ginocchio anche se ha giocato con la Spal. Il fatto di essere rimasto ad Appiano a lavorare lo metterà in condizione di recuperare. Brozovic è ugualmente in fase di recupero mentre per D'Ambrosio ha un'infiammazione al ginocchio ma niente di grave, speriamo di averlo a disposizione già per il derby".

Cosa deve tirar fuori l'Inter per far bene nelle prossime sfide?
"L'Inter è consapevole del lavoro che ha impostato. Veniamo da una stagione positiva, l'obiettivo era rientrare in Champions e ci siamo riusciti. Se il Milan ha consapevolezza, figuriamoci noi. Ci stiamo giocando al massimo tutte le competizioni. Il lavoro delle ultime settimane è alla base per costruire un'Inter ancora più forte. Abbiamo inserito 6/7 giocatori nuovi che sono arrivati dopo il Mondiale ed era inevitabile avere delle difficoltà iniziali. Siamo consapevoli di essere forti e vogliamo dimostrarlo già dal derby". 

Soddisfatto del rendimento dei nuovi? Keita deve ancora dimostrare...
"Non è una questione di singoli, tutti possono fare meglio. C'è chi viene dal Mondiale e da una stagione stressante e la condizione migliore arriverà verso ottobre, novembre e dicembre. Keita è arrivato negli ultimi giorni di mercato e non nella miglior condizione, ma ha lavorato tanto e bene. Sono convinto che sarà utile per la sua qualità e duttilità. E' un'operazione studiata con Spalletti, ci può dare tanto".

Regalo a Spalletti e rinnovo a Icardi in caso di ottavi di Champions?
"Stiamo facendo di tutto per raggiungere gli ottavi e il regalo sarebbe giocare ancora a marzo in una competizione così importante. Il mister non ne ha bisogno, è felicissimo qui e ha allungato il contratto per altri tre anni da poco e non è escluso che si possa andare anche più in là perché stiamo bene. Per quanto riguarda Icardi, da parte nostra c’è la voglia di adeguare e rinnovare il contratto, dall’altra parte c’è collaborazione. Avendo tre anni di contratto è possibile che le cose si facciano in qualche giorno come in qualche mese. Non è un problema".

Risposta al Milan per Paquetà?
"Siamo in fase di scouting come sempre. Se si potrà migliorare la squadra nel 2019 ci faremo trovare pronti, la proprietà è molto sensibile e disponibile in tal senso".

VIDEO - CASSANO TORNA IN CAMPO, IL FIGLIO LO INCITA E LUI DISTRIBUISCE ASSIST AL BACIO

VIDEO - I VOTI PARZIALI AI 7 ACQUISTI DELL'INTER IN BASE ALLE ASPETTATIVE! 

 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 11 Ottobre 2018 alle 18:30 / articolo letto 20971 volte
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8