"È vero che l'attività sportiva sta ritornando, ma per il momento sarei molto cauto: c’è tanta preoccupazione". Intervenuto su Rai 1 durante ‘La Vita in Diretta’, Javier Zanetti preferisce non guardare troppo in avanti dopo la decisione di ripartire con il calcio (e non solo) nelle settimane in cui la pandemia Covid-19 sembra dare un po’ più di tregua, almeno in Italia: "Sono stati momenti difficili anche per lo sport, ma credo che ci sono tante persone che ha sofferto molto di più. Questa pandemia purtroppo è arrivata in tutto il mondo e questa situazione ci farà riflettere tanto, su tante cose che dovremmo pensare da qui in avanti. Come tutti, all'inizio abbiamo rispettato le direttive del Governo, allenandoci da casa e aiutando i miei figli nella scuola online con la speranza che la situazione potesse migliorare - sottolinea il vice presidente dell’Inter -. Da parte mia c'è tanta preoccupazione perché in Argentina ho la mia famiglia e diversi amici: lì la pandemia sta arrivando in maniera forte. Mi auguro che non ci siano gli stessi numeri che abbiamo visto in Italia".

Sulla serata benefica '#NonMollareMai Storie Tricolori' in agenda per martedì 2 giugno, che lo vedrà tra i protagonisti: "E' un evento molto importante, soprattutto per il momento. E' a favore della Croce Rossa, stanno facendo un grande sforzo. Ci saranno tanti sportivi che racconteranno le emozioni vissute in campo e fuori, ma è un'occcasione unica per aiutare chi ha più bisogno". 

VIDEO - LAUTARO STORY, CHE MAGIE GIA' AI TEMPI DEL LINIERS

Sezione: Focus / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 18:49
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print