È già Juventus-Inter, o meglio, è sempre Juventus contro Inter. Le acerrime rivali si affronteranno domenica prossima in uno scontro mai sentito così tanto negli ultimi vent'anni. Sì perché per un testa a testa per lo scudetto non si vedeva dal 2002. Da allora tante cose sono cambiate, persino e soprattutto Conte, oggi al timone della Beneamata. Se c'è una cosa che però mai cambierà è la rivalità tra bianconeri e nerazzurri, una rivalità che raggiunge picchi altissimi nei giorni che precedono la partita, come in questo caso. La Juventus, nota alle cronache milanesi per aver più volte creato complicazioni ai tifosi interisti che avrebbero voluto assistere alla partita allo Stadium, entra nel mirino della fetta più calda della tifoseria interista. La Curva Nord scalda gli animi a quattro giorni da una gara alla quale, però questa volta, non è concesso partecipare. A causa dell'emergenza coronavirus il derby d'Italia si giocherà nel silenzio di un Allianz Stadium privo di tifosi, decisione ormai chiara ma non ancora ufficializzata, situazione che ha creato qualche controversia tale da sollevare l'indignazione degli ultras nerazzurri, subito resa esplicita con una nota pubblicata sulla pagina Facebook de 'L'Urlo della Nord' con un appello a tutti i sostenitorii. "La Curva Nord invita tutti i tifosi interisti a non acquistare i tagliandi tuttora in distribuzione per il settore ospiti di Torino per l’incontro di domenica. Sebbene possa apparire paradossale, formalmente lo svolgimento “a porte chiuse” non è stato ancora ufficializzato quindi la società torinese - che non merita neppure di esser menzionata su questa pagina - sta continuando nella vendita e potrà farlo fino alle 24 ore precedenti l’incontro. Nel rispetto di una propria assurda facoltà, pare certo che una volta ufficializzata l’esclusione del pubblico NON provvederà al rimborso dei tagliandi emessi. La Curva Nord ha deciso che, qualora con qualunque giustificazione l’incontro dovesse svolgersi in presenza del pubblico, non presenzierà comunque a Torino". 

Situazione che ha creato qualche controversia tale da sollevare l'indignazione degli ultras nerazzurri, subito resa esplicita con una nota pubblicata sulla pagina Facebook de 'L' Urlo della Nord' con un appello a tutti i sostenitori

Sezione: Focus / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 20:38
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print