La Gazzetta dello Sport, il giorno dopo il 2-2 di Verona, pone la sua attenzione in chiave Inter soprattutto su due elementi. Da una parte Antonio Candreva, dall'altra Milan Skriniar. Due facce diverse di un'Inter ondivaga.

"Candreva è l’uomo che dà un po’ di fiato all’Inter, anche se poi alla fine non basta. Sulla sua fascia è già stato preso la freccia Achraf Hakimi, colpo da 45 milioni, ma Antonio sa bene che anche nell’Inter di domani ricoprirà comunque un ruolo importante. Soprattutto se oggi continuerà a essere una pedina fondamentale. Già, perché il matrimonio con i nerazzurri è destinato a continuare: il contratto scade l’anno prossimo, ma Suning è pronta fargli firmare il rinnovo al 2022", si legge. E lo slovacco? In difficoltà evidente. "L’uomo di ferro di Spalletti ha perso lo smalto e spostato a destra nella difesa a tre ha inciso pochissimo. E uno svarione come quello del Bentegodi alla fine è diventato pesantissimo: Milan era un intoccabile, ma il suo futuro all’Inter non è più certo come prima".

Sezione: Focus / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 08:38 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print