Giovani talenti crescono. E vengono richiesti, ovviamente. In un periodo di ristrettezze economiche, in casa Inter è più che necessario mettere in risalto la qualità dei propri gioielli provenienti dal settore giovanile, sia in ottica eventuale vendita sia per inserirli in prima squadra con l'intento di abbassare età media e monte ingaggi. Due attaccanti, in particolare, potrebbero ricevere notizie sul proprio futuro nei prossimi giorni o mesi. 

Il classe 2005 Valentin Carboni, che fa la spola tra U19 di Cristian Chivu e prima squadra, anche con qualche briciolo di impiego in campo (l'ultimo contro il Verona), è stato chiesto in Serie B da tre club: Brescia, Pisa e Cosenza. Ovviamente lì avrebbe più possibilità di scendere in campo con continuità, ma nella dirigenza nerazzurra prevale l'idea di trattenerlo a Milano come quinta punta del pacchetto e come risorsa fondamentale per la Primavera. In estate poi verranno fatte le dovute valutazioni. 

Decisamente più avanti in questo processo di crescita Samuele Mulattieri, classe 2000, oggi tra i principali artefici della cavalcata del Frosinone di Fabio Grosso verso la Serie A. Le precedenti esperienze al Crotone e al Volendam, in Olanda, lo hanno fatto maturare al punto da renderlo potenziale uomo mercato. Non a caso, si sono informati sul suo conto Atalanta, Bologna, Verona, Udinese, Torino e AZ Alkmaar, in Eredivisie (dove gioca già Zinho Vanheusden ed è in arrivo Mattia Zanotti), ma non è esclusa una sua permenenza al Frosinone in caso di promozione. Va aggiungo che i ciociari vantano un diritto di riscatto dell'attaccante spezzino, così come i nerazzurri potrebbero contro riscattarlo in caso di offerta più ricca da parte di altre società e rivenderlo, monetizzando al massimo.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 23 gennaio 2023 alle 17:16
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
vedi letture
Print