esclusive

FcIN – Cantera indigesta: Esposito e Pinamonti verso la cessione a titolo definitivo. La strategia dell’Inter

FcIN – Cantera indigesta: Esposito e Pinamonti verso la cessione a titolo definitivo. La strategia dell’Inter

Poca fortuna per gli attaccanti della Cantera con la maglia dell'Inter. Nelle due stagioni di Antonio Conte il ruolo di quarta punta nel roster nerazzurro è stato prima occupato da Sebastiano Esposito, poi da Andrea Pinamonti. Per...

Redazione FcInterNews.it

Poca fortuna per gli attaccanti della Cantera con la maglia dell'Inter. Nelle due stagioni di Antonio Conte il ruolo di quarta punta nel roster nerazzurro è stato prima occupato da Sebastiano Esposito, poi da Andrea Pinamonti. Per entrambi, ben poche occasioni di mettersi in mostra, offuscati anche dalla crescita esponenziale della LuLa che ha lasciato poche briciole ai compagni di reparto. La maggior parte raccolte, quando in salute, da Alexis Sanchez. Per l'inizio della nuova stagione sotto la gestione di Simone Inzaghi, intenzione della dirigenza è puntare su un profilo più esperto e in grado di dare garanzie. Non solo: la situazione finanziaria del club e il bisogno di incassare più possibile stanno spingendo Beppe Marotta e Piero Ausilio a fare valutazioni anche impopolari ma ritenute necessarie: cessioni a titolo definitivo per i due giovani attaccanti sopra citati.

Per quanto riguarda Esposito, reduce dalla promozione in Serie A con il Venezia, la tentazione è quella di cederlo per incassare una decina di milioni, che sarebbero tutta plusvalenza. Gli estimatori della punta classe 2002 non mancano e la società che potrebbe farsi avanti concretamente è il Sassuolo, abituato a puntare sui giovani anche investendo, per poi rivenderli a cifre triplicate dopo averli accompagnati alla maturazione. In settimana è già previsto un summit tra Marotta e il dg neroverde Giovanni Carnevali, legati da antica amicizia e già abituati a impostare operazioni di mercato anche creative e redditizie.

Sul fronte Pinamonti la situazione non è semplice perché i 2,2 milioni di stipendio scoraggiano club potenzialmente interessati. Inoltre, il costo del cartellino si aggira intorno ai quindici milioni, per questa ragione non è facile trovare un acquirente disposto a investire tanto sull'Arciere di Cles. E proprio per questa ragione l'Inter sta pensando di inserirlo in una maxi operazione con il Cagliari che coinvolga anche il cartellino di Radja Nainggolan e quel Nahitan Nandez che tanto piace in Via della Liberazione. Con pochi soldi a disposizione e ancora meno voglia di spenderli, gli scambi possono essere la soluzione ideale. Pinamonti però avrebbe anche altre opzioni: un prestito al Venezia, come Esposito ma stavolta in Serie A. Senza dimenticare che l'agente Mino Raiola potrebbe estrarre dal cilindro, all'improvviso, qualche soluzione all'estero.