"Oggi ero a Londra per il rinnovo di Icardi con Nike: ha firmato per nove anni". Dal salotto tv di Tiki Taka, Wanda Nara, moglie e agente del capitano dell'Inter, svela i termini del nuovo accordo firmato dall'argentino con l'azienda statunitense. Per poi concentrarsi sull'altra trattativa, quella che interessa più da vicino i tifosi nerazzurri, ovvero il prolungamento di Maurito con la Beneamata: "Siamo lontanissimi - spiega la showgirl argentina -. O meglio, non siamo vicini come si dice. Nessuno mi ha chiamato per chiedermi del rinnovo, mi ha dato fastidio la prima pagina della Gazzetta dello Sport (che parlava di firma a inizio 2019 ndr). Dicono delle cose, io sono scocciata da questa situazione: Icardi non si deve discutere, e io sono la prima a volere il rinnovo. Non è una questiona di cifre, secondo me l'Inter può pagare il rinnovo. Quanto prende Higuain, ad esempio? L'Inter mi aveva contattato nel mezzo della Champions, ma la mia priorità era aspettare la fine del girone. Avete visto quanto ci tenessi anche io, tanto è vero che ho pianto (dopo Inter-Psv ndr). La priorità - chiosa - va all'Inter".

Nel corso della trasmissione, la moglie-agente torna su quanto accaduto la scorsa estate tra Inter e Juventus e sulle voci di un possibile scambio con Higuain. "E' stato Mauro a voler restare, era quasi con un piede fuori ed è rimasto. Lo avevano praticamente venduto qui vicino, alla Juventus, ed è stato sempre lui a lasciare da parte un sacco si cose, i soldi, per rimanere. Addirittura per convincermi, prima che prendessero Cristiano Ronaldo, mi avevano chiamato dalla Juventus per dirmi che volevano fare la coppia Ronaldo-Icardi. Mi hanno anche detto che se non avessero preso Mauro non avrebbero comprato nessun '9'. Io stessa ho rinunciato a molto per restare qui".

Sezione: Copertina / Data: Mar 18 Dicembre 2018 alle 09:14 / articolo letto 52487 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari