"Sì, è tornato Conte". Questo il titolo del pezzo che trova spazio tra le pagine di Tuttosport, in riferimento alle dichiarazioni di stampo contiano che mancavano da troppo tempo e arrivate ieri dopo Inter-Torino. "L’allenatore salentino - si legge sul quotidiano torinese - ha tirato le orecchie ai suoi giocatori, ha bacchettato la squadra per l’atteggiamento sbagliato con cui si è calata nella partita, ha discusso animatamente con l’ex compagno Giancarlo Marocchi, oggi opinionista a Sky. Insomma, bentornato Conte".

Nello specifico, di fronte alle critiche sulla costruzione da dietro dell'Inter non così efficace con i giocatori a disposizione, Conte ha sbottato: "Ma di che parliamo? In qualsiasi situazione ci deve essere un filo conduttore, altrimenti parliamo di chiacchiere da bar. Se il calcio è cappello in aria, tutti in avanti, andiamo a fare la lotta... Non sono quel tipo di allenatore: scusate ma non posso accettare una cosa del genere. Marocchi, ai tempi in cui giocavamo noi, era diverso, c'era il terzino, il tornante, il libero, era tutto più improvvisato. Giusto che lo sappiate e che capiate il calcio, non è cappello in aria". Marocchi a quel punto ha aggiunto: "Noi il calcio lo capiamo Antonio, bisogna forse che lo capiscano i tuoi giocatori". Netta la chiusura di Conte: "Non so se devono capirlo loro o voi".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 23/11/1988: BAYERN-INTER, L'ALTRO 0-2. IL GOL DI BERTI ENTRA NELLA STORIA NERAZZURRA

Sezione: Rassegna / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 09:45
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print