L'ex allenatore del Siena Mario Beretta è intervenuto in diretta a 'Stadio Aperto', trasmissione di "TMW Radio". Diversi gli spazi del dialogo, tra questi anche un commento sul passaggio in prestito alla Sampdoria di Stefano Sensi: "Dopo tutte le vicissitudini fisiche avute vuole dare continuità alle sue partite, magari spera anche in una chiamata per il Mondiale".

Sul nome di Caicedo che da diversi giorni ruota intorno all'orbita nerazzurra, la convinzione di Beretta è limpida:"Inzaghi lo conosce bene, negli scorsi anni gli ha risolto diverse partite e, mettendo insieme l'infortunio di Correa e altri incastri, può essere sicuramente utile alla causa".


Dunque un'analisi sul calendario: quanto pesa il fatto che sia fitto? I numerosi impegni dei giocatori impediscono sicuramente alle squadre di tirare un po' il fiato, anche quanto ce ne sarebbe davvero bisogno: "In Italia la qualità di gioco sta migliorando a livello generale".

In conclusione si passa in rassegna il discorso sugli stadi e l'inevitabile influenza della capienza anche sul rendimento delle squadre: "Averli pieni è stimolante. Chiusi o con 5000 persone è un altro giocare. Però vedo allenatori, anche di formazioni che combattono per la permanenza in Serie A, andare a giocarsela a viso aperto pure con le prime, senza snaturarsi".
Sezione: News / Data: Mar 25 gennaio 2022 alle 20:27
Autore: Niccolò Anfosso
vedi letture
Print