Intervenendo dal palco della sala executive di San Siro, Paolo Scaroni, presidente del Milan, spiega la posizione del club rossonero relativa al tema stadio in città: "Io vorrei farvi un percorso logico che è quello che Inter e Milan stanno percorrendo - comincia il numero uno di via Aldo Rossi -. Per vincere nel mondo del calcio bisogna avere dei buoni giocatori che costano cari, quindi servono profitti. Con il Financial Fair Play non può esserci più il patron che mette l'assegnone, servono dei ricavi. Cosa succede nel calcio italiano? I nostri ricavi sono fermi al palo, il Milan ha fatturato 203 milioni come nel 2003, in 15 anni zero aumenti. Il Real avvicina il miliardo di euro, per arrivare lì dobbiamo fare il percorso che hanno fatto loro: serve uno stadio efficiente, non solo per vedere la partita. Al Bernabeu ci sono 7 ristoranti che lavorano 7 giorni su 7. Noi dobbiamo fare quel percorso dotandoci di una struttura moderna dove si possa fare shopping, fare quello che hanno fatto gli altri: avremo ricavi più alti, potremo magari rivincere la Champions. All'interno di questo background, Inter e Milan sono alleati in questo progetto: avere uno stadio in due è più economico, e tutto quello che dico viene da uno studio fatto da consulenti mondiali. San Siro è possibile da ristrutturare? Proprio possibile come l'Emirates no, non si può ottenere la stessa efficienza, ma teoricamente si potrebbe. Quello che ci frena è che ci sarebbero grandi lavori, quindi dovremmo andare in trasferta a Parma, Verona o Varese. Questo è il dilemma. La disputa ideologica del 'San Siro sì, San Siro no' non ci porta da nessuna parte. E non escludo che noi ce ne andiamo da San Siro, la nostra esigenza è di avere uno stadio fatto bene". 

Tempo fa disse che è meglio tre Champions che uno scudetto.
"Mi piacerebbe da matti vincerlo... Ma faccio un'osservazione economica: i ricavi europei sono maggiori. Il secondo ingrediente riguarda il Milan, che è la squadra italiana più tifata al mondo. Purtroppo i nostri fan stanno invecchiando, se non partecipiamo alla Champions ci lasciano e i giovani non ci vedono più come grande squadra". 

VIDEO - E' LA FESTA DI MISS GAGLIARDINI: CANTI E BALLI PER ICARDI, KEITA, GAGLIARDINI E LAUTARO

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 29 Marzo 2019 alle 11:00 / Fonte: dall'inviato a San Siro
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print