Le indiscrezioni di mercato degli ultimi giorni lasciano intendere il fatto che l'Inter abbia praticamente in pugno il cartellino di Stefano Sensi, centrocampista classe '95 reduce da un'ottima stagione disputata tra le fila del Sassuolo. Dopo una lunga gavetta che l'ha visto protagonista con le maglie di San Marino e Cesena, per il giocatore (24 enne dal prossimo 5 agosto) sembra essere arrivato ora il momento del grande salto dal club neroverde alla squadra nerazzurra, affidata per la prossima annata sportiva al top-player della panchina Antonio Conte e ancora in costruzione.

Il reparto che la dirigenza della Beneamata sta puntellando più di tutti è il centrocampo. L'arrivo di Sensi implicherebbe la presenza di un nuovo jolly per la linea a tre dei meneghini: il calciatore può, infatti, giocare sia davanti alla difesa in posizione di mediano sia vestendo i panni di mezzala. Avendo il passo per poter aggredire la profondità, l'anno scorso Roberto De Zerbi (suo allenatore in quel di Reggio Emilia) ha puntato molto sulle sue capacità d'inserimento: pur avendo giocato in 11 circostanze da regista, è stato schierato anche in 8 occasioni proprio da interno di centrocampo. Nelle sue precedenti stagioni, inoltre, non soltanto ha sempre alternato i propri impieghi tra questi due ruoli, ma ha anche agito da trequartista, sapendo muoversi bene tra le linee e gestire nel giusto modo il pallone.

Il suo pregio più lodevole è la qualità in fase di palleggio. Del resto è nato ad Urbino, terra che diede i natali a Raffaello: una città che di arte se ne intende. Sensi, dal canto suo, si limita a dipingere sul campo. E spera di poterlo fare anche ad alti livelli con la maglia dell'Inter. L'eventuale approdo del giocatore in nerazzurro non andrebbe assolutamente ad ostruire la strada né a Marcelo Brozovic né a Roberto Gagliardini, entrambi schierabili in posizione di mediano. Semmai, si potrebbe considerare lo stesso Sensi come alter ego (oppure, presumibilmente, come sostituto) di Borja Valero.

La volontà del club nerazzurro è, dunque, quella di apportare un upgrade in ciascun reparto della squadra interista. L'arrivo del classe 1995 andrà a migliorare il centrocampo della Beneamata, potendo il giocatore garantire una grande abilità nella gestione del pallone, una buona mobilità in mezzo al campo e, soprattutto, una massima disponibilità dal punto di vista tattico.

VIDEO - SKRINIAR SCATENATO IN VACANZA. E PARTE IL CORO: "CO-COME MAI..."

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 23 Giugno 2019 alle 11:22
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print