La programmazione è fondamentale in un club e l'Inter sta pensando già all'estate. In testa ai desideri del club campione d'Italia c'è Gianluca Scamacca, attaccante del Sassuolo, esploso in questa stagione in cui sta confermando le sue potenzialità. Il sentimento per il 23enne è totalmente ricambiato e per questo i nerazzurri sono decisamente avanti al Milan in questo derby di mercato (QUI IL NOSTRO ULTIMO APPROFONDIMENTO).



"La caccia all’attaccante per giugno ha subìto un assestamento quando la Juventus, principale nemica dei nerazzurri nella corsa, ha tirato fuori dal mazzo il jolly serbo: il colpo di teatro Vlahovic è stato uno scossone anche a Milano ma, improvvisamente, per i nerazzurri si è aperto un rettilineo invitante per il bomber  - scrive la Gazzetta dello Sport -. Anche se non bisogna tralasciare chi per primo aveva bussato a casa Scamacca: l’interesse del Milan arriva da lontano e i rossoneri restano comunque l’unico club nostrano capace di rivaleggiare ancora con l’Inter". Il Dortmund ha messo sul piatto 45 milioni: niente da fare, il giocatore intende restare in Italia e, in particolare, vede l'Inter come prossima tappa ideale.

"L'Inter è quindi decisamente avanti, anche se serviranno determinate condizioni per trattare con la bottega carissima dei neroverdi - conferma la rosea -. Il prossimo mercato nerazzurro dovrà comunque chiudersi in attivo e le possibilità di spesa dell’a.d. Marotta e del d.s Ausilio dipenderanno da eventuali cessioni estive. Però l’Inter possiede giocatori interessanti e graditi a Dionisi, da offrire come contropartita per fare abbassare il prezzo: non solo Pinamonti, sostituto naturale di Scamacca, ma pure il baby difensore Pirola, ora in prestito al Monza. Tutto verrà approfondito a tempo debito, considerando anche l’interesse (altissimo) dei nerazzurri per il suo compagno di squadra, Davide Frattesi. Sempre partendo, però, da un dato di fatto: è la volontà di Scamacca a muovere tutto, ad accendere la trattativa. Gianluca preferisce l’Inter come prossimo step di carriera anche per il pacchetto completo che i nerazzurri possono offrirgli: non solo un ingaggio che può arrivare ai 2,5 milioni a salire, ma pure per la possibilità di studiare alla cattedra di Edin Dzeko".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 29 gennaio 2022 alle 08:15
Autore: Alessandro Cavasinni
vedi letture
Print