Samuele Mulattieri in Olanda, al Volendam, si sente come a casa. Lo dicono i numeri (sette gol e due assist realizzati in 14 presenze ufficiali) e lo spiega a parole anche il classe 2000 di proprietà dell'Inter: "La città di Volendam ha molto in comune con la mia terra d’origine, La Spezia - racconta Mula nel corso di un'intervista concessa per i canali ufficiali del club -. Il viale con tutti i ristoranti per esempio, questo è molto simile. Penso che Volendam sia una città molto carina, mi piace vivere qui. Non parlo ancora olandese, ma conosco alcuni termini calcistici che usiamo in campo. I miei genitori sono venuti diverse volte a trovarmi, e le persone qui si prendono cura di me. Il cambiamento davvero grande per me è che ora sono solo. Lavare, cucinare, cose del genere. Ad esempio, mia nonna faceva molto per me in Italia. Ma penso che sia un bene: in questo modo sto crescendo, anche fuori dal campo".

Il legame con l'Inter, club proprietario del suo cartellino, rimane solido anche grazie a Wim Jonk, tecnico del Volendam, un ponte che unisce Olanda e Italia, passato e presente nerazzurri: "Lo conoscevo già, naturalmente - dice Mulattieri -. Chiaramente non l'ho visto giocare, ma mio padre sì. Era entusiasta quando ha saputo che avrei lavorato con lui. Tutti nella mia famiglia sono tifosi dell’Inter. Alla fine è ancora il mio sogno giocare in prima squadra, ma per il momento mi concentrerò completamente sul Volendam. Penso che sia divertente ed educativo allenarsi con Jonk. Mi ha già insegnato molto, soprattutto per quello che riguarda il muoversi in campo". 

In coda alla chiacchierata, Mulattieri scherza su uno degli stereotipi che identificano gli italiani all'estero: la pizza. "Ne compaiono tante sui social dopo i miei gol, come se la pizza fosse l'unica cosa che arriva dall'Italia. Penso che sia una cosa molto divertente, sulla quale riderci su. Sono contento che tutti siano così entusiasti di me, ma penso di avere ancora molti passi da fare".

VIDEO - L'ENTOURAGE DI LAUTARO IN SEDE: PARLA L'AGENTE BETO YAQUE

Sezione: Focus / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 18:20
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print