Ivan Juric incrocerà domani il suo ex compagno di squadra al Genoa Thiago Motta come avversario nel match del Dall'Ara tra Bologna e Torino. Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico granata ricorda il Motta calciatore al Grifone: "Thiago ha un bagaglio diverso, è stato influenzato da Gian Piero Gasperini ma anche influenzato da altri tecnici. Non pensavo che facesse l'allenatore, era un pazzo scatenato. E' una grande persona, a livello calcistico mi ha cambiato molto insieme a Diego Milito: per la prima volta vedevo da vicino dei giocatori del genere. Motta fece il primo possesso palla dopo due mesi e poi calò il silenzio, avevamo visto un extraterrestre.

Era un fuoriclasse assoluto come visione del gioco e tante altre cose. Quel Genoa era una squadra buona, ma con lui e Milito facemmo il salto di qualità con 68 punti e un calcio fantastico. I fuoriclasse hanno un tocco di palla diverso, oltre a una mentalità: Thiago era particolare, non era un top in certe cose, ma aveva una competitività unica. Era davvero forte".

Sezione: Copertina / Data: Sab 05 novembre 2022 alle 13:57 / Fonte: TMW
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print