I golfisti Edoardo e Francesco Molinari sono due fratelli separati dalla fede calcistica: juventino sfegatato Edoardo, interista appassionato Francesco. La Gazzetta dello Sport li ha puntualmente intervista in vista del Derby d'Italia.

Dodo e Chicco, così vicini ma così lontani nel tifo. Come si spiega?
Edoardo: "Fin da bambini Chicco tifava per l’Inter, ma non so bene le ragioni. Papà è juventino e anche il resto della famiglia tifa Juve, forse è stato un gesto di...ribellione!".
Francesco: "Più o meno. Ho scelto perché volevo essere diverso da tutti gli juventini che mi circondavano. Dodo compreso".

Come vivete questa sfida, avete mai litigato davvero?
Francesco: "Ci gufiamo a vicenda senza sosta, ma non mi ricordo di aver litigato davvero per il calcio. Certo, quel famoso 5 maggio mi sono chiuso in macchina per non sentirlo parlare...".
Edoardo: "Ci scriveremo prima e dopo la partita e ci sfotteremo per bene come sempre. Io invece ricordo che, quando eravamo ragazzini, un paio di volte abbiamo litigato ben bene per Juve-Inter. Tranquilli, non è mai successo nulla di grave".

A quale delle sfide del passato, anche recente, siete più legati?
Edoardo: "Di Juve-Inter da sogno me ne ricordo tanti...i più belli sono quelli contro Mourinho dove siamo riusciti a fermarli anche se eravamo nettamente inferiori. Da incubo me ne ricordo uno di qualche anno fa, con Stramaccioni allenatore dell’Inter: perdemmo in casa, per fortuna un risultato ininfluente sul risultato finale in campionato".
Francesco: "Oh, me la ricordo bene quella vittoria a Torino con Stramaccioni in panchina, era difficilmente pronosticabile".

Capitolo Ronaldo. Entrambi ne avete avuto uno: qual è il più forte, l’interista brasiliano o il portoghese bianconero?
Francesco: "Ma che domande! Quello brasiliano, ovviamente".
Edoardo: "Beh, quello portoghese senza ombra di dubbio. Cinque Palloni d’Oro, cinque Champions e un numero assurdo di gol. E meritava il Pallone d’Oro anche quest’anno... Serve altro?".

Avete un par 4, quattro colpi quindi quattro giocatori: chi mettete nella sacca e perchè?
Francesco: "Io mi porto Zanetti-Cambiasso-Eto’o-Milito. Chissà se ricordano qualcosa agli juventini?".
Edoardo: "Io sto più sull’attualità. Parto con Bonucci che lancia lungo, Pjanic la mette giù e la passa tra le linee a Dybala che ne dribbla un paio e crossa per Cristiano che al volo la mette all’incrocio. Può bastare per stavolta?".

Sezione: Rassegna / Data: Ven 7 Dicembre 2018 alle 10:40 / articolo letto 2770 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni