"Non avevo buoni rapporti con Moggi ma gli proposi di prendere Gasperini e lo prese. Mi attribuì la colpa nonostante avesse ottenuto grandi successi. Moggi non amava calciatori e allenatori intelligenti. Gasperini è sempre stato una bella testa. Dopo Genova non sono stato più il suo agente, anche se quando andò all’Inter gli diedi qualche consiglio. Preziosi disse a Moratti di prenderlo per non pagare un ingaggio così importante, ma Moratti lo fece controvoglia. Di fatto non piaceva". Questo quanto racconta Dario Canovi al Corriere dello Sport, in un'intervista in cui parla del suo ex assistito. 

Si dice che non abbia un carattere facile. 
"Se ritiene di avere ragione si batte per le sue idee. Credo che nessuno abbia fatto al Genoa quello che ha fatto lui, eppure i rapporti con Preziosi non erano sempre idilliaci. Non è diplomatico, le cose le dice in faccia. A me risulta che all’inter entrò subito in rotta di collisione con un paio di giocatori importanti. Aveva ragione, ma finì per pagarlo, oggi non credo ripeterebbe quegli errori". 

Quindi merita una grande chance. 
"In questo momento il più bel calcio in Italia lo gioca l’Atalanta. Contro Napoli, Juve e Roma ha ribaltato il risultato nella ripresa. Non ha una rosa all’altezza delle altre, ma in questo momento l’Atalanta è la favorita nella volata Champions. Credo che abbia un accordo con l’Atalanta, se arriva la proposta di una grande può andare via".  

La prima scelta della Roma è Conte. Secondo lei può arrivare? 
"Credo che sia difficile. Antonio vuole la certezza di essere in Champions e per la Roma sarà dura". 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - HAKIM ZIYECH, IL MAGO DEL DRIBBLING

Sezione: Rassegna / Data: Gio 25 Aprile 2019 alle 10:14 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print