Il Comitato 'Sì Meazza', contrario all'abbattimento dello stadio di San Siro per fare spazio al nuovo impianto voluto da Inter e Milan, promuoverà presto un'assemblea pubblica a cui inviterà il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, perché spieghi le motivazioni del parere favorevole al progetto, aggiungendo di essere comunque pronto ad andare avanti spingendosi fino al ricordo al Tar e alla Corte dei Conti. Lo ha spiegato Luigi Corbani, ex vice sindaco di Milano negli anni '80 e uno dei promotori dell'iniziativa. "Noi inviteremo il sindaco ad una assemblea pubblica del comitato, insieme a tutti i consiglieri comunali e spero che non si sottragga ad un momento di discussione", ha spiegato Corbani a margine dell'assemblea che si è tenuta in un teatro milanese a cui ha partecipato, tra gli altri, anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed ex assessore a Milano, Bruno Tabacci.

Corbani prosegue: "Poi insistiamo perché il sindaco vada in Consiglio comunale a riferire sull'interesse pubblico del nuovo stadio e sulla sua motivazione. Noi siamo aperti e stiamo studiando tutte le altre soluzioni, come il ricorso al Tar e il ricorso alla Corte dei Conti, il referendum abrogativo o consultivo. Secondo me il sindaco farebbe bene a promuovere un referendum di tipo consultivo per ascoltare l'opinione dei cittadini. Il progetto del nuovo stadio che prevede la demolizione del Meazza non sta in piedi da nessun punto di vista perché è un'operazione immobiliare".


 

(Sport Mediaset)
Sezione: News / Data: Dom 28 novembre 2021 alle 04:30
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print