Non c'è solo Adriano al centro delle strategie di mercato nerazzurre. Un altro giocatore che rappresenta un punto interrogativo è Patrick Vieira, che sta recuperando dall'ultimo infortunio muscolare che lo ha tenuto fermo per oltre un mese. Nonostante il suo valore tecnico e tattico, Vieira non offre garanzie dal punto di vista fisico e l'Inter rischia di trovarsi in casa un giocatore costantemente soggetto a stop di lunga durata. Tra l'altro, il suo contratto scadrà nel 2010 e non è dato sapere se il francese deciderà di rinnovarlo oppure ascolterà le numerose sirene provenienti dalla Premier League. Se in via Durini si decidesse per la rinuncia a Vieira, sarebbe necessario un importante investimento in mediana, perché il centrocampo nerazzurro non può dipendere dai soli Zanetti (che l'anno prossimo avrà 36 anni), Cambiasso, Stankovic e Muntari.

La rinuncia in estate a Pelè in cambio di Quaresma e la prossima cessione di Dacourt rendono il reparto mediano scoperto e potenzialmente in debito d'ossigeno. Per questo motivo per la prossima stagione l'Inter potrebbe acquistare un giocatore di livello internazionale, forte fisicamente e dotato di buona tecnica. Mourinho stravede per Essien del Chelsea, ma difficilmente i Blues lo lasceranno partire (le trattative Inter-Chelsea sono notoriamente faticose). L'alternativa, più abordabile, è Mahmadou Diarra del Real Madrid, attualmente infortunato, che non ha mai reso secondo le aspettative. In seconda battuta i nerazzurri stanno monitorando Yaya Tourè del Barcellona e il 19enne del Tolosa Moussa Sissoko.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 05 gennaio 2009 alle 09:25 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Fabio Costantino
vedi letture
Print