E adesso Mauro Icardi apre all'addio. Per la prima volta, il muro eretto dall'ex capitano vacilla, con qualche crepa creata dal colloquio con Steven Zhang e dall'arrivo di Alexis Sanchez. Secondo la Gazzetta dello Sport, l'argentino non è mai stato così vicino all'addio all'Inter come in questo momento: separazione possibile in prestito, con precedente prolungamento del contratto. "L’ipotesi del rinnovo, legato evidentemente solo al prestito, servirebbe al club per evitare di ritrovarsi in casa Icardi tra un anno, dovendo poi essere costretto a cederlo a un solo anno dalla scadenza dell’accordo, magari pure dopo una stagione positiva dell’argentino", spiega la rosea.

"Cosa è cambiato - si domanda la Gazzetta -? Su Icardi è entrato in scena l’Atletico Madrid di quel Diego Simeone che tanto stima il centravanti. È una soluzione che non dispiacerebbe alla coppia, anche per motivi logistici ed extracalcistici, non solo tecnici. Sono gli spagnoli in questo momento i favoriti alla corsa su Mauro. Club che gioca la Champions League - tra l’altro sarebbe curioso l’incrocio con la Juventus nel prossimo girone –, condizione che Icardi ritiene fondamentale per lasciare l’Inter. Ecco perché è stato rifiutato dal giocatore anche l’ultimo affondo del Monaco, giusto di due giorni fa, pronto a offrire un ingaggio da 10 milioni di euro (RILEGGI QUI LA NOSTRA ESCLUSIVA). Sull’Atletico Madrid invece i ragionamenti vanno avanti. Ma dalla partita, fino a prova contraria, non possono essere esclusi del tutto la Juventus e il Napoli di De Laurentiis. L’ultima pista invece porterebbe al Psg, che però sembrerebbe dare priorità ad altre piste per il dopo Neymar.

Wanda Nara starebbe provando a convincere il marito a lasciare Milano, vista la situazione creatasi con l'Inter. E il muro vacilla.

VIDEO - CENA DI GRUPPO, SUI SOCIAL LE “PERFORMANCE” CANORE DEI NUOVI: BASTONI E DIMARCO SUL CLASSICO, SENSI A TEMA ESTIVO E LA SCELTA “STORICA” (IN ITALIANO) DI LAZARO

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 30 Agosto 2019 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print