Adesso si fa sul serio. L'Inter stringe i tempi e per l'affare Romelu Lukaku potrebbe presto arrivare il giorno del dentro o fuori. Il mercato in Inghilterra chiuderà l'8 agosto e, in caso di cessione del belga, il Manchester United dovrebbe reperire un sostituto. Anche per questo non si andrà ancora per le lunghe. "Ecco perché è pensabile che non si possa andare oltre i 7-10 giorni per la definizione, in un senso o nell’altro, dell’affare - conferma la Gazzetta dello Sport e come già anticipato ieri dalla nostra redazione (RILEGGI QUI) -. Non servirà probabilmente un nuovo incontro tra i due club per presentare un’offerta ufficiale: dovrebbe avvenire nelle prossime ore, forse già domani. La richiesta di 75 milioni di sterline - 83 milioni di euro - è importante, ma l’Inter in questo senso non ha molti margini di manovra. Lo United ha aperto al pagamento in due rate, ma non sono questi i termini sui quali vuole ragionare il club nerazzurro. Serve una dilazione triennale, ma l’operazione va fatta a titolo definitivo. E non ci si può allontanare troppo dalla richiesta di partenza: ecco perché, se vuole avere chance di riuscire nell’operazione, l’Inter deve far di tutto per avvicinarsi a quota 80 milioni. Come? L’unica via sono dei cospicui bonus, a fronte di un’offerta base che non vada sotto i 70 milioni".

Per questo motivo, Beppe Marotta e Piero Ausilio non s'imbarcheranno oggi per Singapore, rinviando la partenza. Anche perché da riaprire e definire c'è pure il file Edin Dzeko. "Operazione finita in un vicolo cieco, visti i rapporti freddi con la Roma - sottolinea la rosea -. Ci sono pochi dubbi sul finale della storia, ma siamo in una fase in cui nessuno dei due club vuole fare il primo passo verso l’altro. E in questo senso lo stesso bosniaco sta vivendo con impazienza il momento. Un particolare simbolico arriva anche dal fatto che oggi, mentre Mauro Icardi comincerà ad allenarsi da solo ad Appiano, George Puscas, attaccante romeno tornato all’Inter dopo il mancato riscatto (causa fallimento) da parte del Palermo, sarà aggregato al gruppo in partenza per l’Asia". 

Insomma, l'Inter accelera sia sul belga che sul bosniaco. Conte reclama gli attaccanti che gli mancano.

VIDEO - GABIGOL, ALTRI DUE AL GOIAS: CHI LO FERMA PIU'?

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 16 Luglio 2019 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print