La Roma s’inserisce su Nicolò Barella e allora l’Inter risponde riaprendo il fronte Lorenzo Pellegrini. Questo quanto riferiscono più o meno tutti i giornali sportivi italiani di oggi. Si apre un vero e proprio duello tra nerazzurri e giallorossi, con Marotta e Ausilio che non intendono partecipare ad aste per il cagliaritano e confermano ancora una volta la loro posizione: l’offerta è quella (36 milioni cash più 4 di bonus e Dimarco) e non verrà riformulata. Palla a Giulini: accontentare Barella – che si è promesso ai nerazzurri da tempo – oppure optare per l’opzione Roma.

Da qui, la riapertura dei lavori in ottica Pellegrini, che ‘gode’ di una clausola di rescissione di 30 milioni da domani a fine luglio. “E l’agente di Lorenzo, Giampiero Pocetta, proprio nelle ultime ore ha ricevuto chiamate intriganti - conferma la Gazzetta dello Sport -. Allo stesso modo va detto che Pellegrini ha dimostrato grande attaccamento alla maglia giallorossa. Non a caso Totti lo ha indicato come possibile nuovo capitano. Sta per diventare padre e staccarlo dalla sua città non appare semplice. Ma questo pasticciaccio di Barella ha agitato le acque: nessuno può sottovalutare l’impatto dell’offensiva interista. Del resto le ultime vicende di mercato hanno alzato in maniera consistente la temperatura tra i due club e più che di dispetti bisogna parlare di contrapposizione vera e propria. L’ultimo intoppo risale a mercoledì, il giorno in cui il confronto per Edin Dzeko entra nel vivo e la meta si allontana all’improvviso. Il management milanese si fa forte del gradimento del centravanti bosniaco, a scadenza di contratto (2020) con la società di Pallotta. Gli ultimi contatti hanno fatto credere che l’intesa può essere raggiunta grazie all’inserimento di una contropartita tecnica. Ma sul più bello prevalgono i veti e la conseguente fumata nera lascia tutti in grande imbarazzo. Conte vorrebbe Dzeko per il raduno del 7 luglio, ma a questo punto la soluzione del caso si complica, visto che le parti non intendono più venirsi incontro”.

Inter e Roma agli antipodi, ma i nerazzurri non si faranno trovare impreparati in ogni caso. “Dalla sede di viale della Liberazione, ad esempio, emerge anche uno scenario ulteriore - spiega la rosea -. Individuato Lorenzo Pellegrini come obiettivo numero uno (in alternativa a Barella), Marotta e i suoi collaboratori promettono di scandagliare anche altri nomi di peso se (per caso) emergessero ostacoli. Questa precauzione è legata ai rapporti con il Cagliari, deciso a valutare Barella 50 milioni di euro. Una quotazione ritenuta eccessiva per un centrocampista (per quanto bravo) con esperienze ancora parziali”.

VIDEO - DANNEGGIA UN'AUTO A UTRECHT, SNEIJDER FERMATO DALLA POLIZIA

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 30 Giugno 2019 alle 10:09 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print