"Penso che Romelu sia uno dei calciatori moderni nato con l'attenzione dei media: lo seguivano già all'età di 16 anni in Belgio". Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Scozia, il c.t. del Belgio, Roberto Martinez, è tornato anche sull'episodio razzista che ha coinvolto Romelu Lukaku nella trasferta dell'Inter a Cagliari e che ha generato inevitabilmente un grosso impatto mediatico. 

"I media l'hanno sempre seguito: dall'esperienza all'Anderlecht con la partecipazione in Champions League fino al trasferimento al Chelsea. Poi ha fatto bene al West Brom prima del passaggio all'Everton. Poi è arrivato il grosso trasferimento al Manchester Untied e ora all'Inter. I cori di Cagliari? Romelu non viene colpito da certe cose - ha poi assicurato -. È uno dei ragazzi più motivati: il calcio è la sua vita, vive per fare gol ed essere efficace per il Belgio e per la sua squadra. Poi è vero che era triste per l'episodio che ha dovuto affrontare, ma sono sicuro che tutti nel calcio cercheranno di aiutare lui e l'ambiente a sradicare questo problema. Per il razzismo non ci deve essere tolleranza". 

VIDEO - ESPOSITO DA FENOMENO: CHE GOL ALLA SERBIA

Sezione: Focus / Data: Dom 8 Settembre 2019 alle 21:03 / Fonte: bbc
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print