Oggi vertice tra Inzaghi e la società per capire le linee guida del prossimo mercato. Il tecnico nerazzurro, come ha già preannunciato nel post Inter-Samp, non gradirebbe un ridimensionamento, quindi la cessione dei titolari di questa stagione (uno o più). "Di fronte ad altre partenze di spessore, rimarrebbe spiazzato e gli obiettivi secondo lui andrebbero rivisti - spiega il Corriere dello Sport -. Tradotto: necessario parlare di traguardo Champions, non più di scudetto. Soprattutto se la Juventus continuerà a investire (in parametri zero come Di Maria e Pogba) e se il nuovo Milan di Red Bird farà "regali" ai tifosi per celebrare il tricolore".

La palla dunque passa a Suning, con Steven Zhang che dovrà parlare subito chiaro. "Inzaghi vuole riprovare a dare l'assalto allo scudetto dopo che quest'anno non gli è stata sufficiente una stagione con almeno 25 successi in A, un numero che in passato un allenatore esordiente dell'Inter aveva toccato solo in due occasioni: nel 1950-51 con Aldo Olivieri e nel 2008-09 con José Mourinho. Ma sa che la prossima annata sarà ancora più difficile e allora qualche garanzia se l'aspetta. La rosa sarà sfoltita (addio a Vidal diretto al Flamengo, Sanchez, se ci sarà accordo per la risoluzione con buonuscita, Vecino, Kolarov e Ranocchia), potrebbe arrivare Dybala a completare l'attacco, ma ci sarà da fare molto a centrocampo (a livello di alternative) e in difesa. Bremer è stato "prenotato" da tempo e l'Inter sa di averlo in pugno, ma prima bisogna vendere per finanziare l'operazione con il Torino", assicura il CdS.  

Acquista QUI i prodotti originali Inter

Sezione: Focus / Data: Mar 24 maggio 2022 alle 08:43 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print