Il Corriere della Sera fornisce importanti dettagli riguardo al futuro stadio nella zona San Siro, al quale i due club stanno lavorando. Nelle linee guida suggerite dal club agli studi di architettura sono richiesti alcuni punti fermi. Ad esempio "i due spogliatoi riservati alle squadre ospiti dovranno incutere timore e tensione negli avversari in vista di quello che accadrà sul campo di gioco. Discorso differente per i due riservati alle squadre di casa", scrive il quotidiano, secondo cui "dire addio al Meazza non sarà così semplice e neanche tanto economico visto che per buttarlo giù il costo si aggira intorno ai 45 milioni di euro".

Favoritissimo per la realizzazione dell'impianto è "Populous, uno dei due studi che ha superato la prima prova. Ha lavorato per mesi con idue club nel ruolo di advisor per la parte che riguarda l’architettura. Un bel vantaggio rispetto agli altri concorrenti anche se le due società assicurano che la scelta cadrà sul progetto migliore".

Tra le richieste, "grande attenzione alle entrate dello stadio per garantire la massima visibilità. L’impianto deve essere flessibile e deve poter passare dai 60 mila posti ai 55 mila. Così come ci dovrà essere flessibilità per i posti premium, quelli più ambiti e più cari", con "una ripartizione dei posti in base al tipo di partita" per far sì che i posti corporate salgano a 12.500 per derby e gare di livello top, scendendo a 10.300 per le gare di un piano inferiore fino ad arrivare a 8.000 per quelli considerati minori. A scaglioni anche i posti per gli avversari: 6.000 a rossoneri o nerazzurri per la stracittadina, 3.000 per le tifoserie avversarie nelle gare top, 1.000 per tutte le altre. 

Inoltre "la transizione tra il rossonero e il nerazzurro deve essere immediata e senza appesantire i costi", mentre "la memoria del Meazza sarà affidata al museo". Problema non indifferente, il rumore "che affligge le abitazioni vicine e il numero di parcheggi. Ne servono almeno 1.500 in tutte le fasi di lavorazione. Sui 262 mila metri quadrati della concessione il masterplan individua quelli destinati alle varie funzioni: 112mila per il centro commerciale, 14.500 per le attività sportive, 16.500 per l’hotel, 4.400 per il centro congressi e oltre 72mila metri quadrati per gli uffici nelle due torri. Per i parcheggi pertinenziali, le aree tecniche e quelle dedicate alla logistica i metri quadri a disposizione sono 56.000, quelli per i parcheggi a rotazione 82.000".

VIDEO - LAUTARO SCATENATO: TRIPLETTA E RIGORE PROCURATO, 4-0 AL MESSICO

Sezione: Focus / Data: Mer 11 Settembre 2019 alle 10:38
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print