"Si deve chiarire la situazione dell’Inter e di tutti i grandi club europei: c’è una grave crisi finanziaria e mancanza di liquidità con gli stadi chiusi, l’Inter su questo fronte rinuncia a circa 50/60 milioni di introiti". Lo precisa Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore intervenuto in collegamento con SkySport per spiegare la situazione societaria del club nerazzurro e le voci su una possibile cessione della quota di maggiornaza da parte di Suning: "Avendo un bond che scade nel 2022, come si fa in questi casi, non si aspetta la scadenza se si vuole rifinanziarlo ma si va sul mercato in anticipo presentandosi con dei documenti per cercare liquidità a tassi di interesse possibilmente più bassi del precedente prestito, per superare i periodi di crisi - spiega Bellinazzo -. L'Inter sta cercando un ponte e sta andando sul mercato per cercare dei partner, ma in questo momento è evidente ed ovvio che c’è tanta attenzione sul calcio italiano: questi fondi, che hanno tantissima liquidità, stanno cercando di investire e per questo potrebbero proporre a Suning di entrare nel capitale. Il tema vero è capire se Suning vorrà vendere la maggioranza o meno, ma io dico di no: sarebbe assurdo in questo momento cedere la maggioranza dopo tutti gli investimenti fatti, che ammontano a più di 600 milioni. Quello che potrebbe accadere è invece che a LionRock, che ha il 31%, potrebbe subentrare un altro fondo che anziché prestare soldi potrebbe direttamente immettere capitale per diventare partner, magari rivalutando poi la quota una volta superata l’emergenza Covid. BC Partners potrebbe tranquillamente mettere un miliardo sul piatto e comprarsi l'Inter, ma Suning vuole portare a termine l'obiettivo sportivo ed economico: è un ponte tra occidente e oriente". 

VIDEO - CHI E' BC PARTNERS, IL FONDO CHE VUOLE PRENDERE L'INTER

Sezione: Focus / Data: Ven 08 gennaio 2021 alle 15:36
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print