L'ex attaccante nerazzurro Henàn Crespo, in un'intervista al quotidiano Olé, ha parlato in merito all'emergenza sanitaria causata dal coronavirus. L'attuale allenatore del Defensa y Justicia ha parlato della complicata situazione che sta vivendo con la famiglia, al momento lontana dall'Argentina e residente a Parma: "Per me è una situazione durissima, ho le mie figlie e la loro mamma a Parma. Ho la tranquillità di poter parlare tutti i giorni con loro, di fare videochiamate. È passato quasi un mese dall'inizio dell'emergenza e questo ci ha permesso di capire cosa sarebbe successo qui in Argentina. Il dolore e le paure che le persone stanno vivendo adesso io le ho sperimentate prima, dal momento che ero consapevole di ciò che stava accadendo lì. Parma si trova in Emilia Romagna, a 100 chilometri dalla Lombardia, una delle zone più colpite, sono preoccupato nonostante stiano prendendo tutte le precauzioni necessarie".

La parola passa poi al rapporto fra l'ex calciatore e la famiglia: "Sfortunatamente le mie figlie non hanno mai voluto saperne di calcio, hanno seguito la madre con l'equitazione. Sono sempre stato curioso di avere un ragazzo, non soltanto per il calcio ma anche per condividere le cose che ho vissuto e vivo tutt'ora, ma non cambio le mie figlie per nulla. Sono mie grandi fan". Crespo, quindi, ha poi commentato il suo ritorno in Argentina dopo tanti anni di assenza: "Avevo bisogno di tornare, è un qualcosa di logico ad un certo punto, poter tornare a condividere una quotidianità con i miei genitori dopo 22 anni. Stare con mia sorella, mio ​​cognato, mia nipote, è un qualcosa di fondamentale per me dopo tutto questo tempo. Mi sto divertendo molto, anche se allo stesso tempo è pesante il fatto di non vedere le mie figlie ogni giorno. È un qualcosa con cui al momento devo convivere". 

Stefano Carnevale Schianca

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Mer 08 aprile 2020 alle 18:51
Autore: FcInterNews Redazione
Vedi letture
Print