news

Corsetti (Centro medico Imola): “Eriksen un risuscitato, la causa scatenante si troverà ma è fuori luogo parlare ora di un ritorno”

Corsetti (Centro medico Imola): “Eriksen un risuscitato, la causa scatenante si troverà ma è fuori luogo parlare ora di un ritorno”

"Eriksen è vivo per miracolo. Un miracolo reso possibile da un protocollo medico e organizzativo esemplare sul campo, dalla bravura del suo capitano Kjaer, che gli ha spostato la lingua per farlo respirare. Ma anche dalla risposta...

Redazione FcInterNews.it

"Eriksen è vivo per miracolo. Un miracolo reso possibile da un protocollo medico e organizzativo esemplare sul campo, dalla bravura del suo capitano Kjaer, che gli ha spostato la lingua per farlo respirare. Ma anche dalla risposta positiva del suo cuore a massaggio e defibrillazione: non sempre è così, purtroppo. La felicità non deve farci sottovalutare la gravità del fatto: Christian è un resuscitato". A parlare è Roberto Corsetti, direttore del Centro Medico B&B di Imola, sul Corriere della Sera:

"Di certo — spiega Corsetti — i medici stanno passando al setaccio i tracciati e le immagini per ricostruire una storia elettrica e morfologica del cuore, a caccia di una anche minima aritmia o anomalia nel suo passato. Se dall’analisi o dalla storia familiare non emergesse nulla, allora ci si concentrerà sulle coronarie o su una eventuale patologia acquisita, spesso causa di questi eventi, come la miocardite. Sono quasi certo che la causa dell’arresto cardiaco sarà individuata. Ma in questo momento trovo fuori luogo parlare di ritorno alle competizioni: Eriksen è risuscitato dalla morte. Gli auguro di tornare a giocare ma dietro quanto gli è successo c’è una ragione scatenante molto seria e il compito dei medici è di metterlo in condizione di avere una vita lunga e serena".