rassegna

Minaccia pandemia, l’appello di Gravina al calcio: “Ricavi giù, riduciamo gli stipendi”

Minaccia pandemia, l’appello di Gravina al calcio: “Ricavi giù, riduciamo gli stipendi”

Con l'emergenza sanitaria tornata prepotente a mettere paura anche al mondo del calcio, Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, ha inviato una lettera ai suoi colleghi delle diverse federazioni nazionali del continente, trasmessa...

Alessandro Cavasinni

Con l'emergenza sanitaria tornata prepotente a mettere paura anche al mondo del calcio, Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, ha inviato una lettera ai suoi colleghi delle diverse federazioni nazionali del continente, trasmessa «per opportuna conoscenza» a Fifa, Uefa, FIFPro, Eca e leghe europee. "Per garantire la sostenibilità del sistema calcio - è il cuore del discorso di Gravina, come riferisce la Gazzetta dello Sport - si rivela cruciale avere una strategia organica, supportata anche da un impianto regolamentare, che vada a prevedere una riduzione percentuale degli emolumenti a fronte di un mutato scenario macroeconomico: la drastica riduzione dei ricavi. Mi rivolgo a voi Presidenti per valutare l’opportunità di concordare un piano di azione comune, che deve ovviamente avere il supporto della FIFA e della Uefa, e che sia volto a riconsiderare globalmente gli impegni economici a cui sono chiamati, obbligatoriamente, i club professionistici di massimo livello".