news

Sole 24 Ore – Cina, nuovo piano di sviluppo per il calcio. Mossa del Governo dopo il disastro Jiangsu

Sole 24 Ore – Cina, nuovo piano di sviluppo per il calcio. Mossa del Governo dopo il disastro Jiangsu

La Cina prepara un nuovo piano per lo sviluppo del calcio. La notizia viene fornita dal Sole 24 Ore, che spiega come la General Administration of Sport cinese ha reso noto il progetto di costruire tra 16 e 18 'città del...

Alessandro Cavasinni

La Cina prepara un nuovo piano per lo sviluppo del calcio. La notizia viene fornita dal Sole 24 Ore, che spiega come la General Administration of Sport cinese ha reso noto il progetto di costruire tra 16 e 18 'città del calcio', il tutto entro il 2025. "Queste città dovrebbero avere almeno due club professionistici ciascuna, con un centro di allenamento per giovani di livello nazionale e un’altra serie di centri di preparazione a livello locale - spiega Marco Bellinazzo -. Un investimento complessivo pari ad almeno 80 milioni di yuan annui, ovvero poco meno di 10 milioni di euro, nei quali dovrebbe essere coinvolta la metà degli studenti di ognuna delle città prescelte per portare avanti il piano di crescita calcistica in Cina. In queste città, inoltre, è prevista la presenza di uno campo da calcio ogni 10mila abitanti, in modo da coinvolgere quanti più giovani possibili verso uno sport che il Governo cinese continua a seguire con particolare interesse".

"L’intervento del Governo arriva dopo una serie di problemi che hanno afflitto il calcio cinese, tali da costringere al ritiro i campioni in carica del Jiangsu Suning. La proprietà, ovvero la stessa società che detiene le quote dell’Inter, ha deciso di chiudere il progetto calcistico in patria, autoescludendosi di fatto dalla Chinese Super League, che da questa stagione ha introdotto nuovi regolamenti - aggiunge Bellinazzo -. Su tutti, l’implementazione di un tetto salariale: il monte ingaggi complessivo è fissato a 600 milioni di yuan (meno di 77 milioni di euro) con un massimo di 10 milioni di euro per gli ingaggi dei calciatori stranieri. A livello individuale, i calciatori locali non possono guadagnare più di 5 milioni di yuan (640 mila euro) a stagione, mentre gli stranieri non possono andare oltre i 3 milioni di euro. In questo scenario, il Governo punta alla creazione delle “città del calcio” entro il 2025, ma più a lungo termine la Cina guarda al raggiungimento dello status di nazione sportiva di rilievo nel giro di altri dieci anni, quindi entro il 2035".