Dal palco del 'Festival dello Sport' di Trento, organizzato da La Gazzetta dello Sport, il direttore dell'area tecnica del Milan Paolo Maldini ha così commentato il successo della passata stagione: "Ero sicuro di vincere lo scudetto, era anche un'idea da trasmettere. Mi è successo anche da calciatore. Con Ancelotti ad esempio mettemmo in giro l'idea di vincere la Champions League. Idem con Zaccheroni lo scudetto. Io sono un grande sognatore ed a volte è la base per arrivare al risultato massimo. Ero certo che ci poteva essere la possibilità di vincere lo scudetto, perché so cosa valeva la squadra. Lo dissi a Natale, prima del mercato invernale dove non avevamo budget.

In quel periodo l'Inter prese Gosens, la Juventus Vlahovic. A quel punto venne fuori un 'piccolo budget' ma dissi che non lo volevo perché noi eravamo forti così. Avevamo Kjaer infortunato, Romagnoli fuori e Tomori non al top ma decidemmo di puntare su Kalulu come centrale. Ma anche tutti gli altri sono stati protagonisti. Da Tatarusanu e mio figlio Daniel nel gol contro lo Spezia. Il gruppo in toto era coinvolto, qui è stato bravissimo anche Pioli".

Sezione: News / Data: Dom 25 settembre 2022 alle 15:49
Autore: Niccolò Anfosso
vedi letture
Print