Intervistato da Radiosei, Paolo Bonolis, noto conduttore tv, ha ripensato a una delle amarezze più grandi vissute da tifoso dell'Inter, lo scudetto perso all'ultima giornata il 5 maggio 2002: "Ho visto le lacrime di Ronaldo in tv, non ero allo stadio. Se la Lazio avesse avuto tra le sue fila Gresko, sarebbe andata diversamente - le sue parole -. Poi c’è stato quel Poborsky che non ha fatto un c... per l’intera stagione (ride, ndr). Mentre la Lazio ora ha Vecino, quello che vi ha addolorato con la rete che tolse alla Lazio la Champions League. Giusta la scelta di portarlo da voi".

Nel corso della chiacchierata radiofonica, il discorso si è spostato al presente, ovvero all'adesione di Bonolis a Interspac, il progetto di azionariato popolare per l'Inter promosso da Carlo Cottarelli che non ha trovato la sponda di Steven Zhang: "Mi è stato chiesto di partecipare, ma non se n'è fatto niente: è finita a taralucci e vino", ha tagliato corto. 

Sezione: News / Data: Mer 07 dicembre 2022 alle 22:45
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print